ENERGIA. Ecco i vincitori dei premi europei all’efficienza energetica

Sono 25 i vincitori dei premi all’efficienza energetica gestiti dal Centro comune di ricerca (il centro scientifico della Commissione europea). Si tratta di premi assegnati nel quadro di 3 programmi del CCR avviati per incoraggiare le organizzazioni pubbliche e private a ridurre i consumi energetici attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative e ad elevata efficienza energetica.

Per il programma GreenLight, che incoraggia ad utilizzare tecnologie e sistemi di illuminazione efficienti dal punto di vista energetico, tra i vincitori c’è la catena di supermercati Delhaize (Belgio), che ha ridotto il proprio consumo annuale di energia destinata all’illuminazione in oltre 130 supermercati per un totale di oltre 20 000 MWh, ossia del 60% (generalmente una famiglia consuma 4MWh l’anno).

Per il programma GreenBuilding, che promuove l’efficienza energetica degli edifici attraverso diverse misure quali l’isolamento termico, sistemi efficienti di riscaldamento e raffreddamento, un premio è andato ad Alfred Arnold Verladesysteme (Germania), con uno dei migliori progetti di rinnovamento edilizio, ha realizzato un risparmio energetico superiore al 78% nei propri uffici e officine, mentre il nuovo edificio per uffici Vasakronan AB Riga 2 (Svezia) ha consumato solo il 40% dell’energia consentita dalla legge.

Per il programma Motor Challenge, che mira a risparmiare energia rendendo più efficienti i sistemi a motore elettrico (quali pompe, compressori, ventole e variatori di velocità), la SATA (gruppo FIAT, Italia) ha realizzato risparmi energetici di circa 15 000 MWh nei propri stabilimenti di produzione (verniciatura di automobili). In totale, grazie ai 3 programmi si risparmiano oltre 837 000 MWh di elettricità ogni anno – all’incirca equivalenti al consumo totale di tutte le famiglie in Lussemburgo.

Intanto ieri ha preso il via la Settimana dell’energia sostenibile 2011 che vede oltre 600 eventi organizzati in 43 Paesi, europei e non. L’iniziativa invita cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni a prospettare soluzioni per ridurre il consumo energetico. Quest’anno l’accento è posto sull’efficienza energetica e le rinnovabili. Il Commissario Ue all’energia, Günther Oettinger, ha detto che l’Europa ha bisogno di una rete elettrica europea intelligente, realizzata attraverso una rivoluzione infrastrutturale in grado di abbattere i consumi, ridurre le emissioni di anidride carbonica, creare occupazione e favorire la competitività delle imprese.

Comments are closed.