ENERGIA. Eco-Generation di Edison e Legambiente: scuole ancora poco amiche del clima

Efficienza energetica nelle scuole? Il lavoro da fare è tanto, perché negli istituti scolastici italiani si riscontrano aule sature di CO2, scarso isolamento termico, infiltrazioni di aria fredda dai serramenti, dispersione di calore da tubature e infissi. Dall’analisi fatta fra gennaio e febbraio 2010 su un gruppo di scuole-campione, emergono infatti una serie di anomalie. Se affrontate con interventi concreti si potrebbe però ottenere un risparmio dei consumi compreso fra il 50% e il 70% rispetto a oggi. È quanto rileva "Eco-Generation – Scuola amica del clima", la campagna promossa da Legambiente e da Edison per promuovere l’edilizia scolastica sostenibile, il risparmio energetico nelle scuole e le buone pratiche di efficienza energetica.

I primi risultati evidenziano la necessità di intervenire: nelle scuole-campione, "la dispersione media di calore negli istituti analizzati oscilla tra i 250 e i 350 kWh/m2a (kilowattora per metro quadro all’anno), per un valore medio che si attesta attorno a 290 kWh/m2 annuo. A questo si aggiunge, nelle aule, un’altissima concentrazione di CO2, che raggiunge i 2800/3000 ppm (parti per milione) equivalenti a 50/70 kg di CO2 per ogni m2 all’anno". Ci sono infiltrazioni di aria fredda dai serramenti, dovute per lo più alla scarsa qualità degli infissi, dispersione di calore dai radiatori e dall’impianto di riscaldamento, mancata coibentazione delle pareti esterne e sbalzi di temperatura legati a una cattiva progettazione.

La campagna sarà organizzata in diverse fasi. Prima di tutto nelle scuole pilota sarà organizzato un programma di attività per promuovere le buone pratiche di sostenibilità, cui seguiranno percorsi educativi differenti secondo le scuole, le peculiarità territoriali e le competenze degli istituti. Ogni classe sarà poi chiamata e scrivere un "Decalogo della scuola sostenibile" come strumento di riqualificazione del proprio edificio scolastico. Il miglior decalogo sarà assunto come "Carta degli obiettivi di qualità per scuole sostenibili". Si prevede la sperimentazione degli interventi individuati. Obiettivo conclusivo sarà quello di presentare la Carta a tutte le scuole nazionali e di applicare un "Bollino scuola ecoefficiente".

"Eco-Generation – ha sottolineato Andrea Prandi, direttore comunicazione di Edison – conferma l’impegno della nostra società nel diffondere la cultura della sostenibilità e promuovere azioni concrete. I ragazzi sono il futuro e solo attraverso di loro è possibile diffondere una nuova forma di pensiero e di agire collettivo". "Oltre a stimolare maggiori finanziamenti per la sostenibilità energetica delle nostre scuole – ha detto Vanessa Pallucchi, responsabile Scuola e Formazione di Legambiente – è necessario creare una cultura del risparmio energetico all’interno della comunità scolastica. Per questo il progetto Eco-Generation si pone come una sperimentazione che vuol tenere insieme gli aspetti educativi con quelli della sostenibilità ambientale, con l’obiettivo di modificare gli stili di vita tenendo conto degli effetti della crisi climatica".

Per saperne di più sulle analisi termografiche delle scuole, clicca qui

Comments are closed.