ENERGIA. Effetto liberalizzazione? Assoutenti Forlì denuncia: “Occhio alle truffe”

Il mercato libero dell’energia dovrebbe produrre benefici per il consumatore, in termini di concorrenza e prezzi. Ma non è così semplice, perché c’è sempre chi se ne approfitta. Ad esempio Assoutenti Forlì denuncia il caso della vendita "Porta a Porta" da parte di "pseudo- promotori" molto aggressivi che assillano il consumatore cercando di estorcergli la firma per un nuovo contratto di fornitura dell’energia elettrica.

L’Associazione denuncia: "Non passa giorno senza che cittadini arrabbiati si rivolgano ai nostri sportelli o telefonino a causa di firme estorte per la sottoscrizione di nuovi contratti da parte di promotori senza scrupoli che agiscono in nome e per conto delle nuove e vecchie compagnie di energia". Il problema è che le offerte pubblicitarie sono poco trasparenti, e i cittadini maggiormente bersagliati sono quelli più indifesi, anziani ed immigrati che non comprendono bene la lingua, né le regole contrattuali. Addirittura c’è chi utilizza il vecchio trucco della lettura del contatore o la scusa di nuovi moduli da firmare per l’aggiornamento del vecchio contratto "a causa della liberalizzazione" o dell’introduzione della "tariffa bioraria".

Insomma una vera e propria truffa in cui non bisogna cascare. Assoutenti informa anche sulle difficoltà che si incontrano se si vuole annullare i nuovi contratti, date le resistenze delle Società a libero mercato che, spesso, non tengono conto dei recessi per ripensamento sebbene effettuati in tempo utile. Il consiglio, quindi, è quello di non firmare nulla. Prendete un tesserino di riconoscimento, prendete tempo e chiedete che vi venga rilasciata copia del contratto in modo da poterla visionare con calma ed, eventualmente, firmarla nei giorni successivi.

Comments are closed.