ENERGIA. Elettricità, MSE: al via la seconda “merchant line” tra italia e Svizzera

Autorizzata la seconda "merchant line” per l’importazione di energia elettrica in Italia dalla Svizzera. Lo riferisce in un comunicato il Ministero dello Sviluppo Economico (MSE). Lo scorso novembre, grazie ad un decreto del MSE, soggetti pubblici e privati (Edison e Raetia Energie e al Comune di Tirano) erano stati autorizzati a costruire una nuova linea elettrica per portare energia dal paese elvetico al nostro, da utilizzare per i prossimi 10 anni in esclusiva, salvo vincoli legati ad esigenze di sicurezza.

A beneficiare questa volta dell’esenzione dalla disciplina riguardante il diritto di accesso dei terzi alla rete elettrica di trasmissione nazionale, sarà la linea di interconnessione a 380 kV in corrente alternata tra la sottostazione AET di Mendrisio nel Canton Ticino (Svizzera) e la stazione della rete elettrica nazionale di Cagno in provincia di Como che sarà realizzata e gestita dalla società Nord Energia S.p.a.

L’esenzione, che interesserà un periodo di 13 anni, è stata concessa a seguito di una complessa istruttoria disciplinata dal decreto ministeriale del 21 ottobre 2005, con il coinvolgimento dei gestori della rete dei due paesi interessati e dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Roma, 9 gennaio 2008.

 

Comments are closed.