ENERGIA. Elettricità e gas, Autorità e Finanza prevedono più 20% di controlli per tutela consumatori

Un aumento del 20% delle verifiche ispettive e dei controlli, con una rafforzata vigilanza a tutela dei consumatori nei mercati dell’energia elettrica e del gas e attenzione alla sicurezza, alla qualità tecnica e commerciale dei servizi: questo prevede il nuovo Piano di Controlli dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, in collaborazione con il Comando Reparti Speciali della Guardia di Finanza, presentato oggi dal presidente dell’Autorità, Guido Bortoni e dal Gen. C.A. Francesco Saverio Palella.

Il Piano comprende appunto un nuovo incremento (+20%) delle verifiche ispettive svolte in collaborazione fra l’Autorità e Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza, con controlli che passano dai 94 del periodo 1 aprile 2010 – 31 marzo 2011 ai 112 in programma quest’anno.

"I controlli – informa una nota congiunta – saranno incentrati, in particolare, sulla corretta applicazione della normativa tariffaria e delle direttive sulla separazione contabile e funzionale (unbundling) da parte delle imprese; sugli impianti essenziali per i servizi di dispacciamento; sul servizio di connessione alla rete elettrica degli impianti di produzione e sui controlli per la "Robin Hood Tax". Proseguiranno, inoltre, gli accertamenti in alcuni settori particolarmente sensibili, già al centro di verifiche ispettive negli anni precedenti quali, ad esempio, il rispetto degli obblighi nel servizio di pronto intervento gas; le verifiche sulla sicurezza e la qualità del gas anche ai fini della fatturazione; la corretta registrazione delle prestazioni di qualità commerciale fondamentale per il calcolo di eventuali indennizzi ai clienti; la corretta registrazione delle interruzioni del servizio elettrico; gli impianti di produzione di energia elettrica incentivata (rinnovabili, assimilate e cogenerazione)".

Comments are closed.