ENERGIA. Enel: “Occorre preservare l’indipendenza della nostra Autorità”

L’Enel sottolinea la necessità di preservare l’indipendenza della nostra Autorità cercando di promuovere una iniziativa comunitaria che rafforzi i poteri dei regolatori nei Paesi in cui oggi essi sono più limitati. Oggi, infatti, il Direttore Affari Istituzionali e Regolamentari di Enel, Massimo Romano è oggi intervenuto nel corso dell’audizione presso la Commissione Industria al Senato .

Romano ha sottolineato come "l’Autorità italiana, come quella britannica, ha il potere di: fissare le tariffe; irrogare sanzioni; promuovere la concorrenza e la qualità del servizio, mentre, nel resto d’Europa, le Autorità o dipendono dall’Esecutivo o hanno poteri meramente consultivi. La presenza di un regolatore forte, indipendente e con competenze focalizzate nel settore dell’energia sia di beneficio per tutto il sistema in quanto: è garanzia di stabilità e coerenza di giudizio; assicura la competenza tecnica indispensabile per decidere sul funzionamento di un settore di tale complessità". Per questo l’Enel ha invocato un’armonizzazione delle regole che porti gli altri Paesi europei ad avere authority regolamentari forti ed indipendenti come in Italia.

Comments are closed.