ENERGIA. Enel, nel 2010 è scesa la durata media delle interruzioni del servizio elettrico

La continuità del servizio elettrico di Enel in Italia è in costante miglioramento. Anche per il 2010, infatti, i risultati sono superiori alle attese e ai target previsti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. La durata media delle interruzioni annue è scesa dai 48 minuti del 2009 a 45 minuti, a fronte di un obiettivo di 54 minuti fissato dall’Autorità. Il numero medio di interruzioni annue per cliente è di 4,13, minore rispetto all’obiettivo Authority di 4,65 interruzioni (considerando tutte le interruzioni di durata superiore a 1 secondo).

Questi miglioramenti sono frutti di investimenti che Enel ha effettuato sulla rete, raggiungendo l’eccellenza a livello europeo. "Il risultato di Enel sulla qualità del servizio ci posiziona ancora una volta tra i benchmark europei del settore – afferma Livio Gallo, Direttore Divisione Infrastrutture e Reti di Enel – Oggi infatti riusciamo a raggiungere in alcune regioni del Nord Italia una durata media delle interruzioni inferiore ai migliori risultati del Nord Europa. Dietro a questi numeri c’è il lavoro di quasi 20.000 donne e uomini presenti su tutto il territorio nazionale che ogni giorno assicurano la continuità e la sicurezza della fornitura".

Al Sud nel 2010 la durata delle interruzioni è migliorata di oltre 10 minuti; alcune regioni del Centro hanno ampiamente superato i target previsti dall’Autorità (la Toscana, le Marche e l’Umbria, rispettivamente con una media di 35, di 38 e di 33 minuti di interruzione). Risultati in progresso anche al Nord – una media di 30 minuti di interruzione per cliente – con il Friuli a 20 minuti, la Lombardia a 28 e l’Emilia Romagna a 24 minuti, registrando un netto scarto rispetto ai target previsti dall’Autorità. Miglioramento anche per le isole con una diminuzione media della durata delle interruzioni di oltre 13 minuti.

 

Comments are closed.