ENERGIA. Errata fatturazione consumi, Enel Energia procede alla correzione

A causa di un disguido informatico una parte delle fatture di Enel Energia per la fornitura di gas, emesse nel mese di luglio 2010, può presentare importi anomali per effetto di un calcolo errato delle stime di consumo. Lo comunica la stessa Società che, allo stesso tempo, si scusa per i disagi arrecati ai propri clienti e assicura che sta già procedendo alla correzione di tutte le bollette errate.

L’Azienda fa sapere, inoltre, che per i clienti interessati dall’errore che fruiscono del servizio di domiciliazione bancaria, sono già in corso i rimborsi direttamente presso l’istituto di credito incaricato dei pagamenti, con data valuta coincidente con quella di addebito. Qualora il cliente abbia comunque sostenuto degli oneri finanziari, potrà ottenerne il rimborso su richiesta o in sede di conciliazione con le Associazioni dei Consumatori aderenti al CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti) con le quali Enel ha già stipulato un accordo per la risoluzione gratuita delle controversie commerciali. Alcuni clienti non interessati dall’errore, invece, potrebbero avere ricevuto la fattura in ritardo o con data di pagamento già scaduta, a seguito dei controlli effettuati sulle fatture emesse ma non ancora inviate. In questi casi non sarà applicato alcun interesse di mora per i ritardati pagamenti.

Tutti i clienti che volessero ottenere ulteriori informazioni o chiarimenti potranno contattare il numero verde gratuito 800.900.860 o recarsi presso il Punto Enel più vicino (indirizzi e orari di apertura sono disponibili su enelenergia.it).

Comments are closed.