ENERGIA. Firmata oggi a Parigi un’Alleanza Europea per la ricerca sull’energia. C’è anche l’ENEA

"Verso un’energia a basso tenore di carbonio", è questo lo slogan del convegno internazionale che si svolge oggi a Parigi, per discutere del Piano europeo strategico per le tecnologie energetiche (SET PLAN). Nell’ambito della conferenza è stata firmata un’Alleanza per la ricerca sull’energia che è stata sottoscritta dai dieci principali Istituti Europei di Ricerca (European Energy Research Alliance – EERA).

L’Alleanza si pone l’obiettivo di creare iniziative di ricerca congiunte con cui, mediante la condivisione di competenze, risorse umane e strumentali, venga favorita l’accelerazione tecnologica, obiettivo principale del SET PLAN. Le prime due aree tecnologiche oggetto di valutazione comune saranno quelle del Carbone Zero Emission e del Solare a concentrazione, cui seguiranno nel 2009 le altre tematiche, dal nucleare all’eolico ai Biocarburanti.

EERA avrà una struttura di governo rappresentata dai 10 Enti di ricerca sottoscrittori e sarà aperta a tutti i potenziali attori dei paesi Europei in grado di contribuire con le loro risorse e competenze allo sviluppo delle attività di ricerca. Oltre alle risorse proprie, EERA potrà utilizzare finanziamenti provenienti da programmi Europei di Ricerca.

Gli attuali membri dell’EERA sono:

  • il CEA, Commissariato all’Energia Atomica, in Francia;
  • il CIEMAT, Centro di Investigazione Energetica Medioambientale e Tecnologica. In Spagna;
  • il CRES, Centro per le Fonti di Energia Rinnovabili, in Grecia;
  • l’ECN, il Centro di Ricerca Energetica, nei Paesi Bassi;
  • l’ENEA, l’Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente, in Italia;
  • il FZ, in Germania;
  • l’INETI, Istituto Nazionale di Energia, Tecnologie e Innovazione, in Portogallo;
  • il Laboratorio nazionale delle energie rinnovabili, in Danimarca;
  • l’ERC, Centro di Ricerca Energetica, nel Regno Unito;
  • il Centro di Ricerca Tecnica, in Finlandia;
  • l’Associazione Europea delle Università;
  • l’Associazione dei presidenti dei consigli di ricerca europei

Il Presidente dell’ENEA, Prof. Luigi Paganetto ha sottoscritto l’istituzione dell’Alleanza, evidenziando che: "L’iniziativa a suo tempo presa da ENEA di realizzare un incontro di lancio del piano strategico Europeo per le tecnologie dell’energia ha avuto un seguito nell’Alleanza che si è concretizzata oggi." L’Alleanza è stata salutata con entusiasmo dal Commissario Europeo per la Ricerca Janez Potocnik che ha dichiarato: "Per sviluppare delle tecnologie energetiche di punta è necessario mettere in comune, al di là delle frontiere nazionali, i cervelli e le risorse migliori. La creazione di un’Alleanza europea per la ricerca nell’ambito dell’energia che coordinerà i programmi nazionali e comunitari in materia è un passo decisivo su questa strada".

Nei luoghi stessi della conferenza è stata allestita una mostra: vetrina del sapere in materia di tecnologie per la riduzione delle emissioni di CO2 attuali e future, essa offre uno spazio di espressione e d’incontro, su una superficie totale di 1600 mq, nelle pause durante i lavori della giornata.

Per ulteriori informazioni cliccare qui

Comments are closed.