ENERGIA. Fotovoltaico, CTCU: incentivi, previsioni poco “solari”, si va verso riduzione

Alla fine del 2011 la riduzione dei nuovi incentivi al fotovoltaico ammonterà a circa il 16%. Dunque chi volesse investire subito in tali impianti, farebbe bene a procedere con la progettazione e i lavori prima della fine dell’anno. È il consiglio che arriva dal CTCU (Centro Tutela Consumatori Utenti) che parla di previsioni poco "solari" per i nuovi incentivi. E spiega: "Per impianti fotovoltaici installati dal 1° gennaio 2011 la nuova legge sugli incentivi prevede alcuni tagli. Nel 2011 gli incentivi verranno decurtati, a cadenza quadrimestrale, nell’entità del 3-5%. Alla fine dell’anno questo si tradurrà in una decurtazione complessiva dell’incentivo per i consumatori pari al 16% rispetto alla situazione attuale. È quanto dispone il D. Min. Sviluppo Economico 06/08/2010, pubblicato sulla G.U. n. 197 del 24/08/2010".

In cifre, "per un impianto di piccole dimensioni (quindi sotto i 3 kW), le decurtazioni nell’arco di 20 anni dovrebbero ammontare complessivamente tra i 1.300 e 2.700 euro circa. Per un impianto di 5 kW si potrebbe anche arrivare ad una riduzione dell’incentivo nell’ordine di 5.000 euro. In generale vale il criterio: maggiore la dimensione dell’impianto, maggiori anche le decurtazioni".

Secondo gli esperti, in realtà non ci saranno effettive perdite perché anche i prezzi degli impianti diminuiranno nel 2011. "Chi però – precisa il CTCU – non abbia intenzione di dar seguito a tali previsioni bensì desideri al più presto investire i propri risparmi in un impianto fotovoltaico, fará bene a procedere con la progettazione e i lavori prima della fine dell’anno corrente".

Comments are closed.