ENERGIA. GSE: premiati i progetti migliori che integrano fotovoltaico e architettura

Fotovoltaico e architettura: l’integrazione si può fare. Sono stati proclamati oggi a Roma i progetti vincitori del premio "Tecnologie solari e qualità del progetto: l’integrazione del fotovoltaico in architettura", promosso dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) e dalla Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee (PABAAC) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. I premi sono andati, rispettivamente, a una struttura ricettiva a San Martino in Badia (Bolzano), a un’abitazione privata a Pordenone e alla Cittadella delle imprese sede della Camera di commercio di Taranto.

La premiazione si è svolta nell’ambito di un convegno dedicato al tema dell’integrazione architettonica delle tecnologie per le energie rinnovabili, con particolare attenzione alla compatibilità con l’architettura, con il contesto storico e con il paesaggio. Il Premio, alla sua prima edizione, si inserisce nell’ambito di un Protocollo d’intesa siglato nel giugno 2010 tra il GSE e la Direzione Generale PABAAC con lo scopo di promuovere la ricerca e la progettazione per l’integrazione architettonica e paesaggistica delle tecnologie rinnovabili. Le premiazioni sono state effettuate in base alla qualità dell’integrazione architettonica e alla modalità di installazione degli impianti fotovoltaici.

Comments are closed.