ENERGIA. Gas, Autorità: migliorano i controlli sulle reti di distribuzione in città

Scende a 35 minuti il tempo medio di attesa per il pronto intervento dei tecnici del gas in caso di segnalazione, a fronte di un massimo di 60 minuti stabiliti per legge. È quanto emerge dall’analisi dei dati trasmessi all’Autorità per l’energia elettrica e il gas dalle aziende di distribuzione agli utenti domestici. Nell’ultimo anno, la percentuale di reti ispezionate dagli operatori è cresciuta del 5% circa, passando dal 40% a valori superiori al 45%, ben oltre la soglia minima stabilita per le ispezioni annuali. Più in generale, negli ultimi 10 anni la percentuale di rete in bassa pressione ispezionata annualmente è cresciuta di oltre il 15%.

Insomma, oltre alla tempestività del pronto intervento, a migliorare sono anche i controlli e la sicurezza delle reti di distribuzione del gas in città. In forte aumento risultano, infatti, anche i controlli da parte delle aziende distributrici sul rispetto delle norme di sicurezza sull’odorizzazione, cresciuti a oltre 35.000 nel 2006 rispetto ai 20.000 dell’anno precedente; il numero di impianti sottoposti a verifica è passato da 2.000 a 2.500. "Il gas naturale – spiega l’Autorità – è di per sé privo di odore, ed è quindi necessario aggiungere apposite sostanze per conferirgli un odore caratteristico che consenta di individuarne facilmente la presenza in un ambiente ed evitare così eventuali esplosioni o intossicazioni".

Comments are closed.