ENERGIA. Gas, Autorità: dal 1° ottobre parte campagna di controlli su qualità e sicurezza

Arrivano nuovi controlli sulla qualità del gas distribuito in rete. A tutela del servizio e della sicurezza dei consumatori, partirà dal prossimo 1° ottobre una nuova campagna annuale di controlli sulla qualità del gas distribuito in rete per verificare il rispetto di parametri significativi per la sicurezza e la qualità di servizio per i consumatori. È la nuova iniziativa lanciata dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, che informa come i controlli riguarderanno 60 impianti di 40 società di distribuzione sull’intero territorio nazionale e saranno svolti in collaborazione con le Unità Speciali della Guardia di Finanza e con l’Azienda Speciale Stazione Sperimentale per i Combustibili. I controlli si concentreranno sul grado di odorizzazione, sul potere calorifico e sulla pressione di fornitura del gas.

"La sicurezza e la qualità dei servizi sono aspetti di cruciale e crescente rilievo per la tutela dei consumatori: da qui la necessità di intensificare le nostre attività di controllo, disponendo di collaborazioni e di risorse adeguate – ha dichiarato il presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – Ad oggi stiamo impegnando al massimo le risorse ed il personale interno, nonché l’apprezzata collaborazione della Guardia di Finanza e della Stazione Sperimentale per i Combustibili. Ai fini di potenziare ulteriormente queste attività, abbiamo già segnalato al Parlamento e al Governo la necessità di un aumento degli organici dell’Autorità, attuabile senza oneri a carico dello Stato".

Il programma di controlli segue analoghe campagne annuali avviate dal 2004. In particolare, la nuova campagna fa parte del più ampio "Piano annuale di verifiche ispettive in materia di sicurezza e qualità dei servizi" che prevede altre quattro tipologie di controlli che riguardano le interruzioni elettriche, il servizio di pronto intervento gas, gli interventi su segnalazioni per la sicurezza gas e la gestione dei reclami e delle richieste di informazioni dei consumatori.

Per il servizio di pronto intervento gas saranno fatte verifiche su 50 distributori su tutto il territorio nazionale, divise in due fasi: la prima con chiamate telefoniche a sorpresa al numero di pronto intervento del distributore e la seconda con ispezioni presso quelle aziende per le quali fossero emerse, dal controllo telefonico, delle anomalie. Per i reclami e le richieste di informazioni, l’Autorità ha previsto un programma di controlli presso cinque fra i principali venditori nazionali, sia di elettricità che di gas, operanti sia sul mercato libero che sul mercato tutelato, per verificare la tempestività e la completezza delle risposte ai reclami e il riconoscimento degli indennizzi automatici ai clienti quando, per colpa dell’azienda, non venga rispettato il tempo massimo di risposta stabilito dall’Autorità (40 giorni).

Comments are closed.