ENERGIA. Gas in bombole e incidenti, la precisazione di Assogasliquidi

Riceviamo e pubblichiamo la seguente precisazione di Assogasliquidi:

Gentili Signori della Redazione, abbiamo letto la vostra news ( ENERGIA.Gas, CIG: aumentano gli incidenti per uso di gas in bombole. 12/06/2008) riguardante il Forum Italiano sulla Sicurezza Gas, durante il quale il CIG ha presentato il Rapporto 2007 sugli incidenti da gas. Assogasliquidi, l’Associazione di categoria di Federchimica che rappresenta le imprese italiane distributrici di GPL, collabora da molto tempo con il CIG e condivide con esso l’importante obiettivo di divulgare la sicurezza. Allo scopo di favorire sempre una corretta informazione in questo senso, ci teniamo a precisare alcune cose riportate sul Vostro portale, e cogliamo l’occasione per metterci a Vostra disposizione per qualsiasi informazione sul settore da noi rappresentato.

Secondo quanto emerso dalle statistiche, gli incidenti che coinvolgono le bombole di GPL sono in lieve aumento nel 2007 rispetto al 2006 ( si tratta di circa 25 incidenti in più). La causa di questi incidenti è da attribuire, non alla natura del prodotto in questione o ad un malfunzionamento del contenitore, ma il più delle volte alla mancanza di manutenzione delle apparecchiature che utilizzano il GPL ( cucine, stufe a gas..). A testimonianza di ciò si riporta il fatto che nel 2007 non è stato rilevato alcun incidente che ha coinvolto i piccoli serbatoi di GPL.

Negli ultimi anni uno dei nostri obiettivi principali è stato quello di informare l’utente finale di quale comportamento è necessario adottare quando si maneggia un prodotto come il GPL e della fondamentale importanza che costituisce il periodico controllo delle cucine a gas, delle tubazione, delle stufe e di tutte le apparecchiature che utilizzano tale prodotto.

A tale scopo Assogasliquidi, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il Comitato Italiano Gas hanno anche collaborato alla realizzazione di un opuscolo – dal titolo emblematico "Sicuro Gas" – indirizzato a tutti gli utenti di gas naturale e GPL, ai quali vengono fornite informazioni sulla sicurezza riportate con un linguaggio molto divulgativo e comprensibile a tutti: famiglie, anziani che vivono da soli, persone istruite e non.

Del 2007 è invece il volantino "decalogo della bombola" di Assogasliquidi e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, destinato ad essere distribuito ai cittadini nelle rivendite di bombole. Il volantino riporta in maniera sintetica e chiara le fondamentali regole da seguire quando si maneggia una bombola di GPL.

E ancora, nel 2005 Assogasliquidi ha dato vita a molteplici iniziative, fra le quali l’istituzione di una Banca Dati in collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, avente per scopo il censimento e lo studio degli incidenti da gas, nonchè l’ attivazione di un accordo operativo per la gestione delle emergenze nel trasporto di GPL, con l’istituzione di programmi di formazione mirati e la costituzione di centri specialisti attrezzati in grado di fornire interventi tempestivi ed efficaci. La Banca Dati permette così di venire a conoscenza tempestivamente della natura e dell’esatta dinamica dei diversi incidenti attraverso la consultazione diretta dei rapporti stilati dagli stessi soccorritori.

Queste iniziative hanno permesso di incrementare le sinergie tra gli enti coinvolti sul fronte della gestione delle emergenze e di una migliore conoscenza del GPL finalizzata al suo corretto utilizzo. Tutto questo a testimonianza di un costante impegno volto a migliorare la sicurezza impiantistica e gestionale.

In conclusione, Vi segnaliamo che l’opuscolo "Sicuro Gas" e il volantino "Decalogo della bombola" sono disponibili sul nostro sito www.assogasliquidi.it.
Siamo a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento o richiesta.
Cordiali saluti,

ASSOGASLIQUIDI – Associazione Nazionale imprese gas petrolio
liquefatti

Comments are closed.