ENERGIA. Informazione su bioraria, Autorità avvia istruttoria su 9 società di vendita

Arriva la tariffa bioraria, arrivano i primi provvedimenti dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas in favore dei consumatori. L’AEEG ha infatti intimato a nove società di vendita di energia elettrica di rispettare l’obbligo di informare i clienti finali, con la necessaria tempestività e i dovuti preavvisi in bolletta, sull’entrata in vigore dei prezzi biorari, applicati alle famiglie in modo progressivo a partire dal 1° luglio. Ogni cliente deve infatti essere informato con un preavviso di almeno sei mesi e ricevere note informative allegate alle tre bollette precedenti l’inizio dell’applicazione della nuova tariffa.

Le nove società destinatarie dell’intimazione, annuncia l’Autorità in una nota stampa, sono AceaElectrabel Elettricità S.p.A, Iride Mercato S.p.A., Trenta S.p.A., Hera Comm S.r.l., ASM Energia e Ambiente S.r.l., Azienda energetica S.p.A. Etschwerke ag, Enia Energia S.p.A., AcegasAps Service S.r.l. e A2A Energia S.p.A.

Il provvedimento vuole dunque assicurare la tutela dei consumatori e un’informazione adeguata e puntuale sul passaggio alla bolletta dell’energia elettrica calcolata con le tariffe biorarie. Inoltre, informa la nota stampa, "l’Autorità ha avviato altrettanti procedimenti per l’irrogazione di sanzioni nei confronti delle stesse società di vendita, con l’avvertenza che, in caso di mancato rispetto della suddetta intimazione, le imprese dovranno provvedere alla restituzione di eventuali maggiori addebiti dovuti all’irregolare applicazione dei prezzi biorari; ferme restando però, a beneficio dei clienti, le fatturazioni biorarie che risultino inferiori all’importo che sarebbe derivato dall’applicazione delle precedenti condizioni economiche".

Comments are closed.