ENERGIA. La Commissione Ue lancia la seconda settimana europea per l’energia sostenibile

La Commissione europea lancerà il 28 gennaio la seconda settimana europea per l’Energia Sostenibile (EUSEW 2008). E’ il più grande forum aperto sull’energia sostenibile, che riunisce specialisti a livello locale, regionale, nazionale e europeo per discutere strategie per un futuro più sostenibile in termini di risorse rinnovabili, efficienza energetica, trasporti puliti e alternativi. Dal 28 gennaio al primo febbraio saranno organizzati da più di 100 soggetti industriali e sociali importanti circa 80 eventi in 8 Paesi.

"Oggi è chiaro a tutti – ha dichiarato Andris Piebalgs, Commissario europeo per l’energia – che l’efficienza energetica e un più largo utilizzo di risorse rinnovabili sono la maggiore risposta al cambiamento climatico e fanno diminuire il rischio di una dipendenza europea dall’ importazione di energia. Ma noi avremo successo solo se incoraggiamo la collaborazione di tutti i soggetti e la partecipazione di tutti i cittadini".

Con la sua seconda edizione, la settimana europea per l’energia sostenibile vuole escogitare strategie e iniziative importanti, prevedendo l’utilizzo di tecnologie intelligenti, promuovendo uno stile di vita più sobrio nel consumo di energia, una mobilità con i trasporti pubblici, tecnologie fotovoltaiche, cooperazione internazionale e altro ancora.

Il 28 gennaio rappresentanti dell’UE, di grandi società al dettaglio, alcuni produttori di lampadine e di elettrodomestici, in presenza del Commissario europeo firmeranno un accordo per facilitare la distribuzione di diversi milioni di lampadine in tutta Europa.

Il 29 gennaio Il Commissario europeo per l’energia e i rappresentanti di città europee sottoscriveranno l’avvio del Covenant of Mayors. E’ un accordo formale tra circa 100 città europee, di cui 15 capitali, per ridurre le loro emissioni di CO2 oltre l’obiettivo europeo del 20%.

Comments are closed.