ENERGIA. Le Autorità di regolazione di Italia e Ucraina consolidano la cooperazione

Italia ed Ucraina consolidano la cooperazione in tema di regolazione per il settore energetico. Lo sviluppo della collaborazione tra i due Paesi e la verifica dello stato di avanzamento del relativo progetto di gemellaggio, promosso dalla Commissione Europea, sono stati gli obiettivi dell’incontro tra il Presidente dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, Alessandro Ortis ed il Presidente dell’Autorità di regolazione dei settori energetici Ucraina (NERC), Valeriy Kalchenko. Lo riferisce l’Autorità in una nota.

In rappresentanza del Consiglio dei Regolatori Europei dell’Energia (CEER), il Presidente Ortis, assieme all’Ambasciatore italiano a Kiev Pietro Giovanni Donnici, ha anche incontrato il Primo Vice Ministro dell’Energia e dei Combustibili Oleg Bugayov e il Vice Ministro Sergiy Pavlusha, per un esame dell’evoluzione dei quadri regolatori, nazionali ed europei, mirato a contribuire ai processi di liberalizzazione ed integrazione dei mercati energetici, nonché allo sviluppo delle infrastrutture transfrontaliere

L’Ucraina è uno snodo cruciale per gli approvvigionamenti energetici: sul suo territorio sono infatti dislocate infrastrutture di grande rilievo per la sicurezza delle forniture energetiche europee e italiane. Avviato nel giugno 2007, il progetto di gemellaggio tra i regolatori ucraino ed italiano, si concluderà il prossimo anno. Interamente finanziato dalla Commissione Europea, è volto a favorire l’armonizzazione normativa tra il sistema elettrico ucraino e quello europeo, contribuendo così allo sviluppo di nuove infrastrutture ed ai piani dell’Ucraina per un miglioramento della qualità del servizio e l’apertura del mercato interno.

La leadership del progetto di gemellaggio è affidata all’Autorità per l’energia italiana, che guida un Consorzio comprendente i Regolatori dell’Austria (E-Control) e della Repubblica Ceca (ERU), avvalendosi del supporto gestionale della società Studiare Sviluppo, partecipata dal Ministero italiano dell’Economia e delle Finanze. Le tre Autorità lavorano in modo congiunto insieme all’Autorità ucraina, con l’obiettivo di definire, entro la fine di quest’anno:

  • specifiche proposte di legge locali per lo sviluppo organizzativo e funzionale della stessa NERC;
  • armonizzazione della normativa ucraina al quadro regolatorio dell’Unione Europea;
  • l’avvio di alcuni "progetti pilota" nella qualità dei servizi per i consumatori;
  • il sistema tariffario per la distribuzione elettrica;
  • linee guida per l’attivazione della borsa elettrica ucraina.

Comments are closed.