ENERGIA. Livelli qualità servizio, Authority pubblica delibera

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha approvato i livelli attesi di "qualità del servizio di trasmissione" per l’anno 2007; essi riguardano le eventuali interruzioni di alimentazione ai clienti e alle imprese distributrici (direttamente connesse alla rete di trasmissione nazionale) attribuibili alla responsabilità del gestore della rete di trasmissione (Terna).

I parametri di riferimento per i livelli attesi sono:

  • il numero medio nazionale di interruzioni per utente (livello uguale a 0,23; cioè inferiore ad una interruzione all’anno, "lunga" o "breve", ogni quattro utenti connessi alla rete; le interruzioni sono distinte tra "lunghe" e "brevi" se superiori o inferiori rispettivamente a tre minuti);
  • il numero massimo di disalimentazione per ogni singolo cliente (fissato in 1 interruzione lunga e 3 interruzioni brevi per i clienti inseriti su rete magliata) e la durata massima (fissata a 100 minuti per i clienti inseriti su rete magliata);
  • l’energia non servita per disalimentazioni, pari a 550 MWh/anno (equivalenti a 1 minuto di disalimentazione all’anno di tutto il sistema in media).

I livelli sopra indicati non comprendono gli eventuali "incidenti rilevanti", cioè le interruzioni che comportano un livello di energia non servita superiore a 150 MWh e una durata superiore a 30 minuti; per questi "incidenti rilevanti" è previsto che Terna debba predisporre uno specifico rapporto all’Autorità.

Entro aprile 2007, Terna è tenuta a pubblicare un resoconto a consuntivo sulle iniziative assunte nel 2006 per il miglioramento della qualità.

Comments are closed.