ENERGIA. MSE, Industria 2015: 200 mln di incentivi per 30 progetti in efficienza energetica

Sono 30 i progetti di ricerca e innovazione nel settore dell’efficienza energetica ammessi ai 200 milioni di incentivi del secondo bando di Industria 2015. Prevedono la realizzazione di nuovi prodotti o servizi che possano avere positive ricadute industriali, da elettrodomestici ad alta efficienza energetica a materiali innovativi per l’edilizia e l’architettura bioclimatica, da motori industriali elettrici a basso consumo a innovazioni nell’eolico, nel fotovoltaico, nell’energia da biomasse e da rifiuti. Lo rende noto oggi il Ministero dello Sviluppo Economico: si tratta di 30 progetti ammessi agli incentivi, che coinvolgeranno 234 imprese, 160 enti di ricerca e attiveranno circa 500 milioni di investimenti in attività di ricerca e sviluppo. Oltre il 20% degli investimenti sarà realizzato nel Mezzogiorno e il 54% delle imprese interessate sono piccole e medie imprese.

"Il Governo Berlusconi – ha dichiarato il Ministro Claudio Scajola – investe sulle imprese che investono sulla qualità e sull’ambiente. E’ particolarmente importante, soprattutto in questa fase di crisi, sottolineare la determinazione di tante aziende  di tutte le dimensioni e di tutte le Regioni del Paese nell’avviare progetti di ricerca e innovazione per aumentare la qualità e l’efficienza dei propri prodotti. Con questo secondo bando sull’Efficienza energetica, che si aggiunge al primo sulla Mobilità sostenibile varato il 15 dicembre scorso con 180 milioni di incentivi, sono complessivamente quasi 500 le imprese e 260 i centri di ricerca che hanno promosso i 52 progetti ammessi agli incentivi, mentre è in corso la valutazione dei 429 progetti del terzo bando sulle Tecnologie per il Made in Italy, che ha visto la significativa partecipazione di tremila imprese e mille centri di ricerca".

Comments are closed.