ENERGIA. Modena, pannelli solari sugli edifici scolastici del comune

Il Consiglio comunale di Modena si impegnerà a "dare il buon esempio alla cittadinanza nel campo del rispetto ambientale installando i pannelli solari sugli edifici scolastici di proprietà del Comune". Lo stabilisce un Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale, presentato dal consigliere della Lega Nord Mauro Manfredini.

Nel documento Manfredini ricorda i dati relativi all’inquinamento dell’aria e sottolinea che "la Regione Emilia-Romagna concede contributi per la progettazione, la realizzazione e il monitoraggio di impianti e sistemi con caratteristiche innovative per aspetti tecnici, gestionali o organizzativi, che utilizzano fonti rinnovabili o assimilate di energia presso edifici pubblici e impianti produttivi", ricordando anche che una delibera della giunta regionale "prevede che possano essere ammessi al contributo per la realizzazione di impianti fotovoltaici le strutture edilizie riferite a edilizia scolastica".

Da qui è quindi partita la richiesta di Manfredini, anche in considerazione che "un pannello solare significherebbe un minor consumo energetico per il riscaldamento e di conseguenza una notevole diminuzione di inquinamento" e che "qualora non vi fosse sufficiente energia solare, si azionerebbe automaticamente il riscaldamento tradizionale, tramite un termostato. Chi intendesse usufruire di tale sistema -conclude Manfredini – si vedrebbe quasi dimezzato il costo per il riscaldamento nei mesi invernali, mentre nei mesi estivi, avrebbe l’acqua calda per i propri bisogni fisiologici a costo zero".

In fase di dibattito Danilo Bassoli (Ds) ha dichiarato di condividere il documento, sottolineando di "credere nella politica delle forma alternative. Il Comune si sta da tempo muovendo su questo fronte e, a questo proposito, ricordo alcuni emendamenti al bilancio con cui abbiamo incrementato le risorse per queste tecnologie. Quindi si prosegue su una strada già intrapresa, che aiuta sia in termini di risparmio di alcune energie primarie che di lotta all’inquinamento".

Anche Dante Mazzi (Forza Italia) ha concordato con Manfredini, sottolineando di avere già presentato in precedenza un’interrogazione sullo stesso tema: "Bisogna ridurre i consumi, che stanno aumentando sempre più – ha spiegato Mazzi – Ma dobbiamo anche capire come si possa attuare bene e con attenzione ad eventuale inquinamento, verificando quindi la validità degli interventi".

 

Comments are closed.