ENERGIA. Movimento contro il nucleare: sabato assemblea generale a Roma

Il movimento contro il nucleare si riunisce in assemblea per interrogarsi sul proprio futuro e su una domanda: "Dopo che il popolo italiano ha bocciato il nucleare, come rilanciare la grande mobilitazione nazionale per far sì che il cammino verso un nuovo modello energetico non si fermi qui?". Per questo il movimento, che attraverso il comitato ‘Vota Sì per fermare il nucleare’ ha contribuito a costruire la vittoria referendaria del 12 e 13 giugno, ha convocato un’assemblea generale a Roma, sabato 9 luglio (ore 10.30 nel chiostro della facoltà di Ingegneria, in via Eudossiana 18).

All’ordine del giorno dei comitati e delle associazioni che verranno da tutta Italia c’è l’esigenza di proseguire la mobilitazione avviata contro il nucleare per affermare un modello energetico che superi le fonti fossili e si fondi sul protagonismo delle comunità. Affermano i promotori che dopo il referendum "si è sprigionata in Italia un’energia positiva, popolare, si sono rafforzate relazioni tra gruppi, associazioni, singoli cittadini in tutti i territori. Sentiamo – si legge nel documento che convoca l’assemblea nazionale – l’esigenza e la responsabilità di non disperderci e di non disperdere il grande patrimonio sociale e culturale che tutti quanti abbiamo contribuito a creare".

Comments are closed.