ENERGIA. Nuova iniziativa dell’Autorità per bollette semplici e trasparenti

Bollette semplificate e più comprensibili e un modello unico per elettricità e gas: è l’obiettivo della nuova iniziativa dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, che intende rendere le bollette sempre più chiare, semplici e trasparenti. L’Autorità ha infatti messo a punto una serie di proposte in tema di documenti di fatturazione con l’obiettivo di rafforzare la garanzia di scelte consapevoli e facilitare il confronto fra le offerte dei diversi concorrenti nel mercato libero dell’energia. Le proposte, afferma l’Autorità in una nota, sono contenute in un Documento per la consultazioneche sarà sottoposto alla consultazione di operatori, consumatori, associazioni e parti interessate.

Le principali innovazioni proposte per rafforzare la leggibilità e la comprensione delle bollette, senza penalizzare la loro necessaria completezza, riguardano – afferma l’Autorità – "l’affinamento dei quadri riassuntivi dei consumi e dei quadri di dettaglio semplificati e l’armonizzazione nella struttura e nei contenuti fra le bollette dell’energia elettrica e del gas. La crescente diffusione di offerte congiunte (‘dual fuel’) rende infatti necessario uniformare e rendere omogenei i contenuti dei documenti di fatturazione relativi ai due servizi per la fornitura di energia elettrica e di gas, in modo da garantire livelli equivalenti di trasparenza e leggibilità".

"Alla luce dello sviluppo dei mercati, è più che mai necessario garantire una sempre più avanzata tutela per i consumatori, intervenendo ulteriormente sulla qualità delle informazioni fornite dai venditori con la bolletta e sulla modalità di presentazione delle stesse – ha sottolineato il Presidente dell’Autorità per l’energia Alessandro Ortis – La bolletta costituisce infatti un fondamentale canale di comunicazione tra clienti e aziende fornitrici ed è anche il principale strumento nelle mani dei consumatori per verificare la corretta applicazione delle condizioni economiche sottoscritte con i contratti di fornitura e per decidere liberamente e consapevolmente di cogliere ogni nuova e conveniente opportunità emergente nei mercati liberalizzati".

Comments are closed.