ENERGIA. Più vantaggi per gli utenti, Autorità avvia due consultazioni

Trasferimento ai clienti dei benefici ottenuti dalle maggiori efficienze conseguite dalle imprese, semplificazione delle regole, con una più uniforme proposta di opzioni tariffarie e una maggior certezza di ricavo per gli operatori. Sono alcune delle novità previste dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas nel documento per la consultazione su "Tariffe per l’erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica per il periodo 2008-2011".

In particolare, il documento affronta i temi che riguardano:
– la separazione tra le attività svolte in condizioni di monopolio naturale e quelle svolte in condizioni di concorrenza
– la remunerazione delle imprese che svolgono il servizio, con particolare attenzione ai meccanismi che hanno permesso, ad alcuni operatori, di presentare margini di bilancio anomali rispetto al basso livello di rischiosità dell’attività svolta
– i recuperi di efficienza imposti alle imprese, prospettando soluzioni che dovrebbero permettere il graduale trasferimento ai clienti finali dei benefici ottenuti dalle maggiori efficienze conseguite dalle imprese nei precedenti periodi regolatori
– l’incentivazione e promozione degli investimenti ritenuti prioritari per i miglioramenti che apportano al sistema nazionale, attraverso un sistema differenziato di remunerazione dei nuovi investimenti che premi gli interventi che favoriscono una maggior capacità di trasportare energia sulle reti, una miglior continuità del servizio, uno svecchiamento degli impianti esistenti e una più capillare possibilità di realizzare impianti da fonti rinnovabili
– la semplificazione delle regole: dovrebbe tradursi in un più armonizzato ventaglio di opzioni tariffarie a livello nazionale in modo da favorire: una più uniforme e agevole analisi delle offerte da parte del cliente finale, per la scelta del fornitore; allo stesso tempo, una maggior certezza di ricavo per i soggetti regolati

L’Autorità, con un altro documento per la consultazione ha presentato anche le proposte per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica, sempre per il periodo regolatorio 2008-2011. Tra la principali novità, le regole sulla qualità di trasmissione sono state inserite tra le norme complessive sulla qualità dei servizi e l’applicazione di quest’ultima viene estesa a tutela anche dei clienti serviti dalle piccole imprese. Questo secondo documento sulla qualità dei servizi aperto al confronto e soggetto ugualmente al metodo AIR, elabora le osservazioni e i suggerimenti arrivati a seguito della sua prima stesura.

 

 

Comments are closed.