ENERGIA. Rinnovabili, Aper scrive al Governo: “Leggi per coinvolgere enti locali”

Affrontare l’emergenza ambientale non è più una scelta, bensì un obbligo. Così si apre la lettera che Aper, l’associazione che riunisce a rappresenta i produttori di energia elettrica da fonti rinnovabili, ha inviato al Presidente del Consiglio chiedendo di intervenire per via legislativa sul ruolo attribuito a Regioni ed Enti Locali.

"E’ il momento – dichiara Roberto Longo, Presidente di APER – che il Governo dia un chiaro segnale al Paese sulle azioni di politica energetica. La struttura normativa attualmente in essere è purtroppo inadeguata a garantire quella certezza e affidabilità nei tempi e nelle scelte necessarie ad affrontare l’emergenza: è necessario coinvolgere regioni ed enti locali nella elaborazione di un programma nazionale che sia la somma del contributo di tutti ma che, una volta condiviso,diventi un obbligo preciso da realizzare nei tempi e nei modi convenuti".

Affrontare in maniera vincente l’emergenza richiederà però non solo un nuovo criterio concertazione delle azioni concertato con le amministrazioni sul territorio, ma sarà necessario coinvolgere in questa sfida tutti gli italiani. Formazione ambientale, comunicazione chiara e referenziata, fermezza nella definizione degli obiettivi e determinazione nel loro conseguimento, gestione del consenso sono gli unici strumenti che permetteranno al nostro Paese di fronteggiare la situazione ambientale e competere sul mercato internazionale con gli altri Paesi europei in una scelta di sviluppo ed innovazione.

Comments are closed.