ENERGIA. Rinnovabili, Champions League europea: premiati Brunico, Dobbiaco e Bolzano

Tre Comuni italiani si piazzano sul podio del campionato europeo per le energie pulite RES Champions League, la competizione europea fra città che premia le migliori performance sulle fonti rinnovabili e le politiche energetiche locali. Un risultato notevole se si considera che alla competizione hanno preso parte 3.500 enti locali europei, particolare e indicativo se si guarda invece alla provenienza: sono tutti comuni della provincia di Bolzano. In particolare Brunico vince la medaglia d’oro per la categoria dei comuni con popolazione tra 5 e 20mila abitanti, Dobbiaco si piazza terzo nella classifica generale e in quella dei Comuni fino a 5mila abitanti, e Bolzano è secondo tra i grandi Comuni con più di 100mila abitanti.

I riconoscimenti sono stati consegnati ieri a Praga. A darne notizia è Legambiente, che sottolinea il valore delle fonti alternative. L’associazione ha rappresentato l’Italia nel concorso e ha fornito i dati degli Enti Locali per l’Italia attraverso il suo Rapporto Comuni Rinnovabili.

"Il traguardo raggiunto dall’Italia è straordinario sia per la velocità con cui è stato conseguito negli anni che per la dimensione degli obiettivi – ha commentato Edoardo Zanchini, responsabile energia di Legambiente – Questo risultato, infatti, è stato superato solo dalla Germania, il Paese che più di tutti in Europa ha deciso di investire sulle fonti rinnovabili, pronunciandosi anche di recente contro l’energia nucleare. Una scelta che ci auguriamo anche l’Italia faccia al più presto nel prossimo referendum, dando forza a esperienze come quelle premiate a Praga".

Comments are closed.