ENERGIA. Risparmio energetico, Authority fissa gli obiettivi 2007

L’Autorità per l’energia elettrica ed il gas ha definito gli "obiettivi 2007" di risparmio energetico per i distributori di energia elettrica e di gas naturale: per il prossimo anno l’Autorità ha fissato – per le grandi imprese distributrici – un obiettivo globale per oltre 633.000 tonnellate equivalenti di petrolio (tep) di cui il 61% (pari a circa 385.000 tep) dovrà essere ottenuto dai distributori di energia elettrica mentre il restante 39% (248.000 tep) dai distributori di gas naturale.

Il 2007 sarà il terzo anno di applicazione del meccanismo "certificati bianchi" a sostegno dell’uso razionale ed intelligente dell’energia. Parte degli obiettivi 2007 potrà essere conseguita dai distributori grazie ai risparmi energetici che continuano ad essere generati da interventi realizzati ai fini del conseguimento degli obiettivi loro assegnati dall’Autorità per i due anni precedenti. La parte rimanente dovrà essere conseguita attraverso la realizzazione di nuovi interventi di risparmio energetico presso i consumatori finali.

In totale, dall’avvio del meccanismo dei "certificati bianchi" (1° gennaio 2005) ad oggi, l’Autorità ha già certificato risparmi per circa 500.000 tep. Tali risparmi energetici, che equivalgono al consumo domestico annuo di una città di circa 680.000 abitanti o alla produzione elettrica annua di una centrale di 290 MW di potenza, hanno consentito di evitare emissioni per oltre 1.360.000 tonnellate di anidride carbonica; un contributo assai significativo al conseguimento degli obiettivi che derivano per il nostro Paese dal Protocollo di Kyoto.

Gli obiettivi annuali di risparmio previsti sono crescenti nel tempo, e possono essere raggiunti attraverso la realizzazione di interventi presso i consumatori finali che ne traggono beneficio diretto, in termini di riduzione della propria spesa energetica, e indiretto in termini di connessi benefici di sistema (contenimento dell’inquinamento generato dalla produzione e consumo di energia, contributo alla prevenzione di squilibri domanda-offerta di energia, riduzione della dipendenza energetica dall’estero).

 

Comments are closed.