ENERGIA. Risparmio energetico, Coop mette al bando le lampade a incandescenza

Coop dice addio alle lampadine a incandescenza. Con una anno di anticipo rispetto alle indicazioni contenute nella Finanziaria 2008, elimina dai suoi scaffali le lampadine a incandescenza. Entro il 2009, infatti, non sarà più possibile acquistare presso i 1300 punti vendita Coop questo tipo di lampadine evitando, così, di immettere in atmosfera 120mila tonnellate di CO2 all’anno.

Un intervento drastico, quello di Coop, che è in perfetta linea con la politica di rispetto dell’ambiente che da sempre caratterizza il più importante marchio della grande distribuzione italiana e una scelta che da un lato permetterà di risparmiare l’80% dei consumi di energia elettrica rispetto alle vecchie lampade e dall’altro diminuirà i costi delle bollette per i soci e consumatori dato che le lampade a basso impatto hanno una durata di vita da 6 a 10 volte maggiore.

Coop già da tempo aveva incentivato l’acquisto fra i suoi soci e consumatori di lampade a basso impatto energetico ampliando la gamma dell’offerta a svantaggio delle lampade a incandescenza, ma è indubbio che questa decisione sia un’ulteriore salto di qualità preceduto nel prossimo ottobre da un ulteriore allargamento dello spettro di lampade a basso impatto energetico disponibili. L’obiettivo dichiarato di Coop, con questa decisione, è di risparmiare in un anno circa 120.000 tonnellate di C02 in atmosfera.

La decisione sarà accompagnata da una campagna di sensibilizzazione e di promozione a partire da settembre 2008.

Comments are closed.