ENERGIA. Vendite porta a porta, un codice etico per le aziende

Un codice etico da far rispettare ai propri agenti commerciali. E’ quanto propongono le associazioni dei consumatori liguri, AltroConsumo, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Sportello del Consumatore, alle aziende erogatrici di energia elettrica e gas contro le selvagge vendite porta a porta. Otto regole di buon comportamento che servono a tutelare sia i consumatori che i venditori onesti.

"A detta dei nostri utenti – dice Antonio Molari, portavoce di ADIRCONS, la sigla dietro la quale si raccolgono le associazioni – non sempre è chiaro chi rappresentino e che cosa vogliano vendere gli agenti che bussano alle nostre porte, altre volte si presentano come incaricati dell’azienda che è titolare del contratto di fornitura, proponendo una modifica del contratto e non si può escludere che venga trasferita la titolarità dell’erogazione del servizio addirittura ad un’altra azienda. Dalle denunce che riceviamo a volte si prefiguravano raggiri o addirittura vere e proprie truffe".

Ed è proprio per prevenire truffe e raggiri che le Associazioni propongono alle aziende di sottoscrivere il seguente codice etico:
1. La visita dell’operatore deve essere preceduta da un avviso su carta intestata dell’azienda affisso nei portoni almeno tre giorni prima.
2. L’operatore deve avere un cartellino di riconoscimento con nome, cognome e ben visibile il logo e nome dell’azienda che rappresenta.
3. La documentazione che viene consegnata o i documenti che verranno fatti firmare devono riportare lo stesso logo e nome dell’azienda.
4. Deve essere chiarito al cliente se viene proposta una variazione del contratto o addirittura il trasferimento della titolarità dell’erogazione del servizio.
5. L’operatore non è abilitato a richiedere copia o visione di una bolletta. può richiederla solo nel caso ci sia intenzione da parte del cliente di voler stipulare un nuovo contratto.
6. Se la procedura fosse ritenuta dal cliente non chiara o non soddisfacente, si deve rilasciare allo stesso la documentazione con l’invito a recarsi agli sportelli dell’azienda per la firma del nuovo contratto.
7. L’azienda che riceve dall’agente il contratto firmato prima di attivarlo deve avere conferma dell’accettazione, anche telefonica, da parte dal cliente.
8. Le società sono obbligate ad offrire al cliente un servizio dedicato e efficiente alla risposta per eventuali reclami

 

 

Comments are closed.