ENERGIA. Veneto, Consiglio Regionale si esprime contro nucleare

Ieri il Consiglio Regionale del Veneto ha approvato una mozione contro la costruzione di una centrale nucleare in Veneto con il solo voto contrario del PdL. Soddisfazione è stata espressa dal comitato regionale "Vota Sì per fermare il nucleare" che proprio al Consiglio aveva chisto un pronunciamento forte. "Ora spetta al presidente Zaia ottemperare altrettanto tempestivamente alla volontà del Consiglio ritirando il consenso che egli ha incautamente espresso ( il 3 marzo a Roma) al decreto governativo relativo ai criteri per l’individuazione dei siti nucleari bocciato dalla maggioranza delle Regioni ma non dal Veneto. In quel documento di fatto si dice che se il governo decide di localizzare una centrale in Veneto lo potrà fare anche con il parere contrario della regione" si legge in una nota del comitato regionale secondo il quale "Zaia deve chiedere al governo il ritiro della legge che riapre le porte al nucleare in Italia, anche perchè se le centrali le costruissero a Mantova o a Ferrara, a pochi chilometri dal territorio regionale, i cittadini veronesi o i polesani non si sentirebbero certo rassicurati".

Comments are closed.