ENERGIA. Vigevano (AU): “Il Sistema Informativo Integrato porterà benefici ai consumatori”

Ieri, durante la tavola rotonda tra Acquirente Unico e I-Com, l’Istituto per la competitività, l’amministratore delegato di AU l’ing. Paolo Vigevano ha illustrato i principali obiettivi del SII-Sistema Informativo Integrato sottolineando che, in prospettiva, esso "consentirà agli operatori e ai consumatori di fruire pienamente della concorrenza". E la migliorata qualità e efficienza dei rapporti consumatori/fornitori avrà effetti nella maggior fiducia dei consumatori stessi nei meccanismi di mercato sui quali si fondano i processi di liberalizzazione". Il SII vuole rendere più agevole e sicuro lo scambio di dati nel passaggio di un cliente dal vecchio fornitore al nuovo e ridurre i costi di gestione commerciale, con possibili effetti positivi sulle bollette energetiche.

Ma l’ing. Vigevano ha ricordato che "con il completamento dell’apertura del mercato, lo scambio di dati e l’aggiornamento delle relazioni commerciali sono diventate le attività più critiche nel nuovo contesto, costituito da circa 56 milioni di utenze (36 milioni elettrici e 20 milioni nel gas), servite da una pluralità di operatori. Nella distribuzione operano circa 500 società, di cui 130 elettriche e 370 gas, che raccolgono e conservano i dati identificativi e di consumo. Nel mercato elettrico al dettaglio ci sono più di 350 esercenti la vendita". L’amministratore delegato di AU ha precisato che "il SII, deciso con la legge 129/10 e il cui modello di governo e di funzionamento è di competenza dell’Autorità per l’energia elettrica, costituisce un’innovazione che mira a garantire che i flussi informativi tra i diversi operatori siano di elevata qualità e tempestivamente disponibili" e "costituirà un supporto all’AEEG ai fini del monitoraggio del mercato della vendita al dettaglio, e alla rilevazione di eventuali criticità nel suo funzionamento". In prospettiva, ha concluso Vigevano, "il SII potrà avere nuovi utilizzi in relazione agli ulteriori sviluppi del settore elettrico, come quelli connessi all’implementazione di smart grid".

 

 

Comments are closed.