EUROPA. 21-24 aprile: Parlamento Ue in Plenaria a Strasburgo

Parte oggi la settimana dei lavori del Parlamento europeo per la Plenaria di aprile che si tiene a Strasburgo. Il dibattito in Aula viene aperto da una dichiarazione della Commissione sul tema dei crimini di genocidio e dei crimini di guerra commessi dai regimi totalitari. Presto verrà adottata una direttiva comunitaria contro il razzismo e la xenofobia, che sanzionerà chi ha un comportamento irresponsabile di fronte a questo genere di crimini.

Si discute quindi una relazione che propone una carta europea dei donatori di organi, con l’obiettivo di accorciare le liste d’attesa per i trapianti, prevenire il turismo di trapianti e sanzionare i trafficanti, rafforzando la lotta al traffico illegale degli organi. Questa proposta richiede che sia fatta una vasta azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica dato che in alcuni Stati la disponibilità degli organi non è ancora sufficiente a coprire le richieste.

La giornata di domani sarà aperta dalle dichiarazioni di Consiglio e Commissione a proposito del rialzo dei prezzi dei generi alimentari nell’Ue e nei paesi in via di sviluppo. Secondo il Financial Times questa è una grossa emergenza e i prezzi delle materie prime sono probabilmente destinati a restare alti per i prossimi due anni. Il direttore generale della Fao ha sottolineato che i prezzi alimentari nel mondo sono aumentati del 45% nel corso degli ultimi 9 mesi e nei paesi dove il 50-60% del reddito è destinato all’alimentazione stanno scoppiando sommosse popolari che rischiano di propagarsi sempre di più. La direttrice del Programma Alimentare Mondiale ha dichiarato che se a giugno non arriveranno altri finanziamenti, il PAM dovrà "ridurre le razioni alimentari o il numero di persone che assiste".

Un’altra relazione in esame chiede una strategia europea che promuova uno sviluppo sostenibile del continente africano, includendo la cooperazione con la Cina, che deve garantire il rispetto dei diritti umani e deve cessare di fornire armi ai paesi africani in guerra. Il Parlamento Ue è, infine, chiamato ad approvare il regolamento che permetterà di continuare ad attuare i programmi europei di navigazione satellitare.

I lavori del 23 aprile si apriranno con un dibattito sulla biodiversità e sulla biosicurezza. Sarà sollecitata la messa al bando di tutte le tecnologie "terminator" e la moratoria sull’immissione nell’ambiente e sull’uso commerciale di alberi geneticamente modificati. Gli eurodeputati chiederanno poi di introdurre un valore soglia per l’importazione di prodotti Ogm che hanno ottenuto una valutazione positiva da parte dell’Efsa.

Un’altra relazione chiede campagne di informazione sui rischi per la salute di chi fa uso di droghe, proponendo un mandato per il Forum della società civile e più fondi pubblici per le associazioni che promuovono il rispetto dei diritti fondamentali. Si discuterà la situazione dell’immigrazione illegale: nella Plenaria di maggio il Parlamento Ue si pronuncerà sulla proposta che stabilisce norme e procedure comuni agli Stati membri per il rimpatrio degli immigrati clandestini.

Infine gli europarlamentari sono chiamati ad approvare la direttiva che promuove la composizione amichevole delle controversie transfrontalieri in materia civile e commerciale, attraverso il ricorso alla mediazione.

Nel giorno di chiusura della Plenaria il Parlamento esaminerà una relazione che chiede agli Stati membri di internalizzare i costi ambientali, ad esempio con un Eurobollo, una tassa minima sulla Co2, una riduzione dell’Iva per i prodotti ecologici. A conclusione dei lavori verrà adottata una risoluzione nell’ambito delle violazioni dei diritti umani nel mondo, con particolare attenzione alla situazione in Zimbabwe.

Comments are closed.