EUROPA. 3 giugno, al via Settimana della Gioventù. I temi: inclusione sociale e diversità

I temi dell’inclusione sociale e della diversità occuperanno un posto di primo piano nell’ordine del giorno della terza edizione della Settimana europea della gioventù, che si svolgerà dal 3 al 10 giugno 2007. In tutta Europa si terranno dibattiti politici e saranno organizzate manifestazioni culturali ed altri eventi, per promuovere il varo, a livello europeo, del nuovo programma "Gioventù in azione!" (2007-2013).

Alla vigilia dell’inaugurazione della Settimana europea della gioventù 2007, la Commissione europea ha pubblicato un sondaggio di Eurobarometro Flash secondo il quale il 38% dei giovani europei ritiene che la mancanza di sbocchi occupazionali nel loro paese costituisca la principale difficoltà per trovare lavoro. In tema di disoccupazione non sono disposti a fare concessioni: il 33% degli intervistati accetterebbe qualsiasi lavoro, purché fossero soddisfatte determinate condizioni, quali la stabilità ed un buon salario, mentre soltanto uno su dieci accetterebbe un lavoro qualsiasi incondizionatamente.

Le attività organizzate dalle agenzie nazionali del programma "Gioventù in azione!" a livello locale, regionale e nazionale contribuiranno al conseguimento dell’obiettivo globale della Settimana europea della gioventù 2007 offrendo ai giovani una piattaforma e l’opportunità di partecipare e far sentire la loro voce. Visto il successo della Settimana della gioventù 2003 e 2005, la Commissione europea organizzerà tali manifestazioni ad intervalli regolari, ogni 18 mesi.

Nel quadro dell’evento, "Gioventù in azione!", in occasione della Festa europea della gioventù, che sarà celebrata il 5 giugno, saranno assegnati attestati di riconoscimento a progetti selezionati sul tema dell’inclusione sociale e della diversità e finanziati nel quadro del programma GIOVENTÙ (2000-2006). In presenza del commissario Ján Figel’, la manifestazione metterà l’accento sul successo di tale programma, che ha sostenuto più di 100 000 progetti "Gioventù" ai quali ha collaborato più di mezzo milione di giovani cittadini. Essa attirerà inoltre l’attenzione sul varo del nuovo programma "Gioventù in azione!" (2007-2013).

 

Comments are closed.