EUROPA. All’Aia si festeggiano i 60 anni del Consiglio Ue

Oggi e domani all’Aia si festeggiano i sessant’anni del Consiglio d’Europa, che si è tenuto per la prima volta nella città olandese dal 7 all’11 maggio 1948, riunendo 750 delegati di 26 paesi europei ed osservatori dal Canada e dagli Stati Uniti. Durante quel primo Congresso, organizzato dal Comitato Internazionale dei movimenti per l’unità dell’Europa e presieduto da Winston Churchill, ci fu uno scambio di idee sullo sviluppo dell’Unione europea; importanti personalità come Konrad Adenauer, Francois Mitterrand e Altiero Spinelli lanciarono l’appello per un’unione politica, economica e monetaria, che è stata poi la forma dell’Unione europea, basata sui principi di sussidiarietà, di democrazia, di rispetto della legge e condivisione dei diritti.

Un ruolo essenziale nel processo di integrazione è stato giocato dal Movimento Europeo, che è un organismo internazionale aperto a tutte le correnti politiche, economiche, sociali e culturali della società civile. Nel corso della sua storia è stato presieduto da figure politiche illustri, ha portato avanti campagne a favore dell’elezione diretta del Parlamento europeo, per la ratifica del Trattato sull’Ue e per l’elaborazione di una costituzione. Oggi e domani, quindi all’Aia si riuniscono tutti i leader dei gruppi politici del Parlamento europeo che, insieme al Presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso e al Presidente del Consiglio Janez Jansa, discuteranno dei prossimi 20 anni dell’Ue. La Società Civile Europea ha proposto diverse idee attraverso un forum di discussione on line. Le 60 idee che risultano più popolari saranno discusse domani con i rappresentanti politici e si potrà seguire il dibattito su Europe by Satellite

Comments are closed.