EUROPA. Commissario Ue, riflettori sul digitale per la giornata del consumatore

BRUXELLES. La Commissaria alla difesa dei Consumatori, Megleva Kuneva, ha lanciato un appello affinché si sviluppi presto un dibattito aperto sui diritti dei consumatori nel mondo digitale. "Questa questione è troppo importante per essere discussa a porte chiuse", ha dichiarato la Commissaria prendendo parte a Berlino alla conferenza organizzata dalla Germania (che detiene la Presidenza di turno della Ue), sul tema "scommesse e potenzialità del mondo digitale" in occasione della giornata mondiale del consumatore.

"Prima di tutto insisto- ha detto la Commissaria Ue- affinché le problematiche del mondo digitale che il consumatore deve affrontare siano inserite all’interno di un più vasto quadro che coinvolga gli altri gabinetti di Bruxelles che hanno competenze attigue".

L’iniziativa in cantiere fa parte di una già fervida strategia della Commissaria per quanto riguarda la revisione ed il potenziamento della legislazione comunitaria nell’ambito della tutela dei consumatori. Kuneva ed il suo staff hanno infatti già presentato un Libro verde sull’acquis del settore e con questo hanno avviato una seria ed articolata fase di consultazioni con tutti gli attori coinvolti, mettendo al primo posto i consumatori del "nuovo mondo digitale".

"L’attuale quadro legislativo per i consumatori– ha commentato Kuneva- attualmente incompleto, non aggiornato e sempre meno adatto alla rivoluzione dell’economia digitale, sarà rivisto e semplificato".

Dall’Europa arrivano segnali chiari: il commercio on-line transfrontaliero e’ in crescita anche se molto resta ancora da fare. Nel 2006 il 27% dei consumatori ha fatto un acquisto on-line, ma solo il 6% oltre frontiera. Fanalino di coda i servizi finanziari: il 26% dei consumatori ne ha acquistato uno a distanza nel proprio paese, ma solo l’1% oltre frontiera.

 

 

Comments are closed.