EUROPA. Commissione Ue adotta regole di concorrenza per i servizi di trasporto marittimo

La Commissione europea ha adottato oggi le linee direttrici sull’applicazione ai servizi di trasporto marittimo delle norme del trattato CE relative alle pratiche commerciali restrittive (articolo 81). Nel 2006 il Consiglio aveva abolito l’esenzione dalle norme europee in materia di concorrenza a beneficio delle conferenze marittime di linea. Dal 18 ottobre 2008, per i successivi 5 anni, le compagnie di linea dovranno valutare loro stesse se le pratiche commerciali di cui si avvalgono sono conformi alle regole della concorrenza.

Le linee direttrici, che illustrano le implicazioni del cambiamento agli operatori del settore, forniscono dettagli sulla definizione di mercato, lo scambio di informazioni nel trasporto marittimo e sugli accordi di cooperazione operativa tra operatori di navi da carico non regolari (per il trasporto marittimo non di linea di merci non containerizzate), i cosiddetti accordi di pool. Le linee direttrici sono pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’UE.

Il Commissario responsabile della concorrenza, Neelie Kroes, ha dichiarato: "Tenuto conto dell’importanza che riveste il trasporto marittimo di merci in tanti comparti dell’economia europea, è nostro compito assicurare che il settore operi in condizioni di massima concorrenza, con prezzi ridotti e un’elevata qualità di servizio. Queste linee direttrici, che forniscono orientamenti agli operatori marittimi sulle norme europee della concorrenza, permettono di compiere un passo avanti significativo per una migliore applicazione della normativa al settore".

Comments are closed.