EUROPA. Commissione Ue lancia un piano a sostegno dell’industria del legno

Un piano di 19 punti per rafforzare la competitività dell’ industria della filiera del legno. Lo ha adottato oggi la Commissione europea per far fronte alla crescente concorrenza mondiale, per affrontare la sfida del cambiamento climatico e per assicurare l’approvvigionamento di energia e di legno.

Tra le sfide maggiori in materia di competitività figurano l’innovazione, l’accesso ai mercati non europei e i costi elevati dell’energia e del trasporto. La Commissione intraprenderà un dialogo con i paesi terzi al fine di eliminare gli ostacoli tariffari e non tariffari, mettendo in atto una strategia di accesso al mercato mondiale. Altre questioni da trattare in modo specifico per permettere all’industria del legno di svilupparsi in buone condizioni riguardano l’accesso alle materie prime e la loro disponibilità a prezzi competitivi. Bisogna continuare a promuovere la riforestazione e i differenti utilizzi della biomassa. Oltre ad incoraggiare i sistemi di produzione di carta riciclata la Commissione cercherà soluzioni per migliorare il riciclo dei prodotti in legno. Un ruolo strategico nel settore lo giocano le piccole e medie imprese.

Il piano di oggi si inscrive nell’ambito della politica industriale integratadella Commissione europea, che comprende misure orizzontali e settoriali. Gli Stati membri e l’industria dovranno tener conto dell’agenda strategica di ricerca nei loro programmi di ricerca e in materia di educazione e di formazione. Il settimo programma quadro dell’Ue offrirà l’opportunità di studiare metodi di produzione di biocarburanti e di prodotti chimici biologici a base di legno. Tutte le parti interessate, dalle autorità regionali alle istituzioni universitarie sono invitate a cooperare, scambiandosi le informazioni e partecipando alle consultazioni pubbliche.

"Le industrie della filiera del legno si sono impegnate nel processo di transizione verso un’economia a bassa emissione di carbonio" ha dichiarato il vicepresidente della Commissione responsabile delle imprese e della politica industriale, Gunter Verheugen. "Noi dobbiamo sostenerle in questo sforzo – ha aggiunto Verheugen – stabilendo un quadro politico che permette a questo settore così importante di restare competitivo, apportando il suo contributo alle nostre politiche ambientali in materia di cambiamento climatico e di energia".

Comments are closed.