EUROPA. Dal 7 al 10 luglio il Parlamento Ue sarà a Strasburgo per la Plenaria

Il caso Rom in Italia apre la prossima sessione Plenaria del Parlamento Ue, che si svolgerà a Strasburgo dal 7 al 10 luglio 2008. Lunedì gli eurodeputati del PSE, ALDE, Verdi e GUE sottoporranno alla Commissione Giustizia e affari interni una serie di interrogazioni sulla decisione del Governo italiano di creare una banca dati delle impronte digitali dei rom. In particolare i parlamentari italiani Claudio Fava e Gianni Pittella chiederanno alla Commissione di valutare se queste misure possano costituire un caso di discriminazione fondata sulla razza, sull’origine etnica e sulla nazionalità. In questo caso l’Italia andrebbe contro l’articolo 13 del Trattato CE e non rispetterebbe neanche i diritti fondamentali sanciti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, che tutti gli Stati membri devono rispettare e promuovere.

Secondo Fava e Pittella la Commissione dovrebbe manifestare la sua preoccupazione presso le autorità italiane; della stessa opinione è l’eurodeputata Monica Frassoni. A fine dibattito il Parlamento adotterà una risoluzione.

Altro tema trattato nella giornata di lunedì sarà la normativa su additivi, aromi ed enzimi alimentari. L’Aula adotterà 4 regolamenti volti ad armonizzare la legislazione e stabilirà una procedura di autorizzazione per le sostanze sicure e non ingannevoli per i consumatori, che andranno inserite in elenchi comunitari. La definizione di "aromi naturali" verrà resa più rigorosa e l’uso degli additivi sarà vietato negli alimenti per lattanti.

Gli argomenti di martedì 8 luglio saranno: il nuovo assetto del mercato del gas, che deve garantire ai consumatori la sicurezza delle forniture a tariffe preferenziali; la trasparenza delle tariffe aeree che, attraverso un regolamento dovrebbe essere rafforzata. Tale regolamento imporrà l’indicazione di tutte le tasse, i diritti e i supplementi; razionalizza le norme sul rilascio delle licenze ai vettori aerei e sulla libertà di prestare servizi nell’Ue; instaura requisiti più severi in materia di solidità finanziaria delle compagnie.

Mercoledì 9 luglio si parlerà della decisione presa ieri dalla Banca Centrale Europea di innalzare i tassi di interesse. Una relazione all’esame dell’Aula sollecita la creazione di un quadro comunitario per la sorveglianza finanziario; gli eurodeputati invitano gli Stati membri ad effettuare riforme strutturali e chiedono alla BCE di essere più trasparente nelle sue decisioni.

La sessione Plenaria si chiuderà giovedì 10 luglio con la presentazione del Presidente francese Nicolas Sarkozy del programma di lavoro della Presidenza di turno francese.

Comments are closed.