EUROPA. Divieto della Commissione per una pratica bancaria di MasterCard

La Commissione europea ha deciso di vietare la commissione interbancaria multilaterale applicata da MasterCard ai pagamenti transfrontalieri, presso gli esercizi al dettaglio, con le carte di credito e di debito MasterCard e Maestro nello Spazio economico europeo (SEE). Tale pratica, secondo la Commissione, viola le norme del trattato CE relative alle pratiche commerciali restrittive e, in pratica, aumenta i costi di accettazione delle carte da parte dei dettaglianti senza produrre reali efficienze.

La commissione interbancaria multilaterale è compatibile con le regole UE di concorrenza solo se contribuisce al progresso tecnico ed economico e va a vantaggio dei consumatori. MasterCard ha quindi 6 mesi di tempo per applicare tale divieto dopodiché la Commissione europea può imporle il pagamento di un’ammenda giornaliera pari al 3,5% del suo fatturato globale quotidiano dell’esercizio precedente.

La commissaria responsabile per la concorrenza, Neelie Kroes, ha dichiarato: "Gli accordi relativi a commissioni interbancarie multilaterali come quella di MasterCard aumentano i costi di accettazione delle carte da parte dei dettaglianti. Il conto alla fine lo pagano i consumatori, in quanto corrono il rischio di pagare due volte: una volta con le commissioni annuali addebitate loro dalle banche ed una seconda volta attraverso prezzi al dettaglio gonfiati che vengono richiesti non soltanto agli utilizzatori di carte ma anche ai clienti che pagano in contanti". "La Commissione europea – conclude Kroes -accetterà queste commissioni soltanto quando stimoleranno chiaramente l’innovazione a vantaggio di tutti gli utenti."

Comments are closed.