EUROPA. Eurostat: nel 2007 deficit commerciale di 17 mlr di euro tra l’Ue e l’ALC

Tra il 2000 e il 2007 le esportazioni dei beni dell’Ue27 verso i 33 paesi dell’America Latina e dei Caraibi (ALC) sono aumentate da 59 miliardi di euro a 75; mentre le importazioni hanno avuto una crescita più forte, passando da 54 miliardi di euro a 92. Così la bilancia commerciale dell’Unione europea con i paesi dell’ALC da avere un eccesso di 5 miliardi nel 2000 è arrivata ad avere, nel 2007, un deficit di 17 miliardi. I Paesi dell’ALC hanno rappresentato il 6% del totale del commercio estero di beni dell’Ue nel 2007.

Venerdì 16 maggio a Lima si terrà il 5° sommet Unione europea-ALC e per l’occasione l’Eurostat pubblicherà i dati relativi agli scambi commerciali tra i 33 Paesi dell’America Latina e dei Caraibi e i 27 Stati membri dell’Ue.

Ecco alcune anticipazioni: la metà delle esportazioni dell’Ue verso i Paesi dell’ALC è stata rappresentata, nel 2007, da macchinari industriali e veicoli, in particolare aerei e pezzi di automobili, di macchinari medici, di navi. I prodotti alimentari hanno rappresentato il 30% delle importazioni: tra questi spiccano la soia, il caffè e le banane.

E’ stata la Germania, nel 2007, il maggiore esportatore verso i Paesi dell’ALC, con più di 20 miliardi di euro, pari al 27% del totale. Al secondo posto c’è l’Italia con 11,2 miliardi di euro, ossia il 15% del totale delle esportazioni. La Germania è stata anche la prima importatrice del 2007, seguita dai Paesi Bassi e dalla Spagna; l’Italia è al quarto posto, con l’11% del totale delle importazioni.

Tra i Paesi dell’ALC il Brasile è stata la prima destinazione delle esportazioni comunitarie, con il 28% del totale, ed anche la prima fonte di importazioni con il 35% del totale. La seconda destinazione per le esportazioni è stato il Messico, mentre la seconda fonte di importazioni il Cile.

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.