EUROPA. Google denunciata per pratiche commerciali scorrette

Google è accusata di penalizzare le compagnie concorrenti nel suo motore di ricerca. La compagnia francese 1PlusV ha denunciato la pratica commerciale a suo avviso scorretta al Tribunale commerciale di Parigi, chiedendo 295 milioni di euro di risarcimento. Non è la prima volta che il colosso statunitense viene portato in tribunale. L’anno scorso è tata presentata alla Commissione europea una denuncia ufficiale ai danni di Google dalla compagnia eJustice.fr. In seguito, i servizi di Bruxelles hanno aperto un’inchiesta ufficiale riguardante le modalità di funzionamento del motore di ricerca Google. La scorsa settimana, inoltre, la Commissione federale del commercio americana ha iniziato un’indagine conoscitiva per simili denunce ricevute dall’authority statunitense.

1PlusV accusa Google di penalizzare, se non del tutto oscurare, gli annunci pubblicitari delle compagni concorrenti e/o non gradite. "Google continua una pratica di chiusure nei confronti motori di ricerca verticali sul mercato, annunci pubblicitari collegati alle ricerche e nel settore della produzione e commercializzazione di tecnologie di ricerca". Secondo la compagnia francese, "dal 2007 al 2010 almeno 30 motori di ricerca verticali creati da noi sono stati oscurati, alcuni di questi con un notevole potenziale economico".

Google preferisce non sbilanciarsi nella sua difesa. "Abbiamo appena ricevuto la denuncia quindi non possiamo ancora commentarla apertamente – si legge in una nota stampa – Cerchiamo sempre di fare quello che è meglio per i nostri clienti. È la linea guida principale della nostra compagnia e non vediamo l’ora di fare luce su questa vicenda".

di Alessio Pisanò

Comments are closed.