EUROPA. La Commissione apre le porte a tre nuove lingue ufficiali

Bulgaro, rumeno e gaelico irlandese. Queste le tre nuove lingue ufficiali a cui la Commissione Europea ha aperto le porte a partire dallo scorso 1° gennaio. Per essere pronta ad affrontare questa nuova sfida, l’esecutivo Ue ha adottato una strategia che guiderà le sue attività di traduzione di testi scritti per il 2007 e oltre. Questa strategia è volta a meglio identificare il fabbisogno di traduzione e i fornitori, e fa del multilinguismo un elemento chiave del policy-making e della pianificazione da parte della Commissione.

"La diversità delle lingue costituisce la nostra ricchezza comune e la promozione di questa diversità è una priorità chiara della Commissione europea. – ha commentato Ján Figeľ, Commissario europeo responsabile di Istruzione, formazione, cultura e multilinguismo – L’anno prossimo segnerà il 50° anniversario del trattato di Roma ma sarà anche una celebrazione del multilinguismo che è stato uno dei principi chiave dell’Unione fin dalla sua fondazione." Ed ha continuato: "Ora che l’UE sta per avere 3 nuove lingue ufficiali desidero dare il benvenuto al mio futuro collega, Leonard Orban, che sarà il Commissario responsabile del multilinguismo a partire dal 1° gennaio".

Comments are closed.