EUROPA. La bulgara Kuneva designata Commissario per i consumatori

Dal primo gennaio 2007, con l’adesione della Bulgaria, Meglena Kuneva sarà Commissario Europeo per la Tutela dei consumatori, incarico al momento ricoperto dal cipriota Markos Kyprianou che rimarrà commissario responsabile per la salute. Il presidente della Commissione Josè Manuel Barrosso ha annunciato la nomina nei gironi scorsi. Kuneva è attualmente Ministro delle Politiche Comunitarie bulgaro.

Il candidato di Bucarest, Leonard Orban e che attualmente è sottosegretario all’integrazione europea della Romania ed in passato è stato capo negoziatore con l’Ue, sarà invece responsabile del multilinguismo.

A fine novembre i due commissari designati, si presenteranno per l’audizione davanti al Parlamento europeo che esprimerà il proprio parere sui due nuovi membri della Commissione nelle settimane successive. Secondo le procedure di nomina, il parere del Parlamento è obbligatorio ma non vincolante dal punto di vista legale. In caso di parere negativo il presidente della Commissione può decidere di chiedere al commissario designato di rassegnare l’incarico, di affidargli un altro portafoglio o di ritirargli uno o più incarichi. Il giudizio del Parlamento giungerà al termine dell’audizione dei commissari designati, prevista per il 27 novembre, durante la quale ne saranno valutate le competenze generali, l’indipendenza, l’impegno europeo, la conoscenza delle materie di futura competenza e le capacità di comunicazione. Il voto di approvazione si terrà durante la sessione plenaria del Parlamento europeo tra l’11 e il 15 dicembre.

Sulla nomina del Commissario per la tutela dei consumatori sono già stati espressi pareri negativi da parte dei commentatori politici, considerando la rilevanza dell’incarico e l’inesperienza di un Paese ancora molto in ritardo nella legislazione e nelle istituzioni di garanzia dei diritti dei cittadini e in particolare dei consumatori. "Siamo perplessi di fronte a questa designazione – ha dichiarato Antonio Longo, presidente del Movimento Difesa del Cittadino – che da una parte può essere letta come un escamotage del Presidente della Commissione Ue Barroso per non mettere in discussione i delicati equilibri all’interno del governo comunitario; Dall’altra però sembra essere frutto di una sottovalutazione del peso dei consumatori e dell’importanza della loro tutela a livello europeo".

"Apprendiamo con sorpresa la decisione di Barroso – ha invece affermato Lorenzo Miozzi, presidente del Movimento Consumatori – Al di là, infatti, delle indubbie qualità della signora Kuneva, riteniamo che la Bulgaria, rispetto ad altri Paesi UE, abbia una legislazione ed una cultura consumeriste meno avanzate. In un certo senso, quindi, questa nomina contraddice le priorità comunitarie sui consumatori. Aspettiamo, comunque, il parere in merito del Parlamento europeo ed auspichiamo che qualsiasi tipo di decisione non vada ad indebolire l’importanza della tutela dei consumatori in Europa".

 

Comments are closed.