EUROPA. Partiti a Bruxelles i lavori del I Forum dei Giovani Universitari Europei

Più di 20 paesi rappresentati e oltre 100 giovani coinvolti: sono questi i numeri del I Forum dei Giovani Universitari Europei che ha aperto ufficialmente i suoi lavori il 29 febbraio scorso presso la Presidenza del Parlamento Europeo a Bruxelles. Alla presenza di Antonio Preto, del Gabinetto della Presidenza del Parlamento Europeo, dell’ambasciatore Guido Lenzi e dell’ambasciatore Rocco Cangelosi, da qualche giorno personale addetto diplomatico del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ragazzi provenienti da quasi tutti i paesi dell’Unione Europea hanno cominciato a lavorare a un documento da presentare al presidente del Parlamento Europeo Hans-Gert Pöttering a Roma il 27 e 28 giugno 2008.

Quattro le aree tematiche sulle quali gruppi composti da 6-7 paesi si impegneranno nei prossimi mesi: diritti umani, democrazia e ruolo dei parlamenti nazionali nel programma d’integrazione europea, sicurezza a cooperazione per la pace, cooperazione economica ed energetica.

L’intento dell’iniziativa è quello di fotografare il pensiero degli universitari europei per riscrivere una nuova Europa più vicina ai giovani, anche alla luce del Trattato di Lisbona.

Il I Forum dei Giovani Universitari è promosso dall’Associazione Europea di Studi Internazionali (AESI), in collaborazione con The European Association of University Colleges (EUCA), l’Associazione Romana di Studi e Solidarietà (ARSS), MedinEurope e l’Associazione nazionale tra le Banche Popolari.

Comments are closed.