EUROPA. Presentato pacchetto di proposte per sorveglianza e gestione delle frontiere

Rafforzare la cooperazione fra gli Stati nelle sorveglianza delle frontiere esterne e sviluppare una politica europea dell’immigrazione attraverso nuove tecnologie, operazioni congiunte fra gli Stati e controlli su ingressi e uscite di persone dallo spazio Schengen: sono gli obiettivi di tre comunicazioni presentate oggi dalla Commissione europea e riguardanti la gestione delle frontiere.

Il pacchetto di proposte – si legge in una nota stampa – si propone di " facilitare la sorveglianza delle frontiere migliorando la cooperazione tra gli Stati membri e ricorrendo alle nuove tecnologie", "potenziare il coordinamento operativo tra gli Stati membri attraverso FRONTEX (l’Agenzia UE per le frontiere) attuando integralmente l’attuale mandato dell’Agenzia e, in particolare, intensificando le operazioni congiunte tra gli Stati membri, incluso il pattugliamento delle frontiere marittime" e di "avviare la discussione sulla creazione di un sistema per controllare meglio l’entrata e l’uscita delle persone dallo spazio Schengen nonché di un programma per viaggiatori registrati che consenta spostamenti rapidi ed agevoli ai cittadini di Paesi terzi che viaggiano spesso e che hanno superato un preesame".

Per il vicepresidente Franco Frattini, commissario responsabile del portafoglio giustizia, libertà e sicurezza, "questo pacchetto presenta nuove idee su come controllare sia i valichi sia le linee di frontiera ricorrendo alle tecnologie più avanzate in modo da garantire il massimo livello di sicurezza e facilitare nel contempo le procedure di ingresso nello spazio Schengen per i cittadini di Paesi terzi che viaggiano legalmente. Queste idee – ha aggiunto – promoveranno la libera circolazione legittima delle persone e consentiranno nel contempo di far fronte a pressioni migratorie inaspettate, soprattutto alle frontiere marittime meridionali dell’Unione, e di ridurre la tratta di esseri umani nell’UE". Le misure relative a FRONTEX e al futuro sistema di sorveglianza, si legge nella nota, potrebbero essere portate avanti nel 2008.

Comments are closed.