EUROPA. Pubblicato un Libro bianco sull’integrazione dei mercati del credito ipotecario nell’UE

La Commissione europea ha pubblicato un Libro bianco dedicato all’integrazione dei mercati del credito ipotecario dell’UE. Questo documento riassume le conclusioni di un ampio esame dei mercati europei del credito ipotecario residenziale e presenta un insieme di misure destinate a migliorare l’efficacia e la competitività di questi mercati, il profitto dei consumatori, dei prestatori e degli investitori. Sono necessari dei progressi nell’ambito dell’offerta transfrontaliera, della diversificazione dei prodotti, del rafforzamento del potere dei consumatori e della mobilità dei clienti.

"Questo insieme equilibrato di misure – ha dichiarato Charlie McCreevy, membro della Commissione responsabile del mercato interno e dei servizi – sono state elaborate per rendere il mercato del credito ipotecario più competitivo, così che i consumatori possano scegliere i prodotti che meglio rispondono ai loro bisogni, con la garanzia che i loro prestatori agiscano in modo responsabile".

E’ evidente che il mercato unico del credito ipotecario residenziale è lontano dall’essere raggiunto. Degli ostacoli limitano la capacità transfrontaliera, sia dal lato dell’offerta sia da quello della domanda, e questo riduce la concorrenza e le possibilità di scelta sul mercato. Non si deve sottostimare l’influenza di vari fattori quali la lingua, la distanza, le preferenze dei consumatori o le strategie degli organismi di prestito, ma degli altri elementi suscettibili di aumentare considerevolmente i costi dell’offerta o della domanda del credito ipotecario in un altro Stato membro dell’UE possono essere oggetto di iniziative politiche adeguate. Secondo alcuni stimatori, l’eliminazione di queste barriere permetterà di ridurre gli interessi da versare per un prestito ipotecario di 100 mila euro di 470 euro per anno.

Di conseguenza la Commissione europea si sforza di migliorare la competitività e l’efficienza dei mercati del credito ipotecario incoraggiando l’offerta e il finanziamento transfrontaliero del credito ipotecario, e migliorando la diversificazione dei prodotti offerti. Il Libro bianco riconosce che un mercato non può essere efficiente se i consumatori non hanno fiducia e non sono preparati su come cercare o scegliere i prodotti che meglio rispondono ai loro bisogni. Gli eventi osservati recentemente negli Stati uniti e in Europa hanno messo in luce l’importanza del credito ipotecario da un punto di vista economico e sociale. Nella misura possibile il Libro bianco enuncia delle soluzioni non legislative, per quanto riguarda la valutazione dei beni e delle procedure di vendita forzata. La Commissione non esclude di proporre delle nuove misure legislative necessarie per il futuro. Tuttavia, finché non verrà intrapresa un’analisi d’impatto rigoroso, cioè un’analisi quantitativa dei costi e dei benefici.

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.