EUROPA. Richiesta di chiarimenti all’Italia su appalti pubblici nel Comune di Rocca Priora

Richiamo della Commissione europea per l’Italia in merito all’affidamento di appalti di servizi di igiene urbana e di gestione delle farmacie da parte del Comune di Rocca Priora. Il Comune laziale ha affidato direttamente questi servizi all’Azienda Servizi Pubblici S.p.a. una società per azioni di proprietà pubblica, di cui Rocca Priora detiene lo 0,038% del capitale. Essendo quindi l’Azienda Servizi Pubblici S.p.a. una struttura interna dell’entità aggiudicante, l’Italia sostiene che tale procedura non rientra nell’ambito di applicazione comunitaria.

Secondo la Commissione invece la partecipazione nel capitale azionario della società è talmente esiguo da non rientrare nei servizi propri del Comune di Rocca Priora; inoltre l’azienda è aperta al capitale privato quindi non può essere considerata una adatta alla gestione interna di servizi pubblici.

In base all’articolo 226 del Trattato CE la Commissione Ue ha avviato la seconda fase della procedura di infrazione attraverso l’invio di una richiesta formale di un parere motivato. Se non ci sarà risposta da parte dell’Italia sarà la Corte di Giustizia ad intervenire.

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.