EUROPA. UE, consumatori svantaggiati in autorità di controllo

L’European Consumers’ Organisation (Beuc) e l’European Federation of investors and other financial services users (EuroInvestors) hanno presentato una denuncia al Mediatore Europeo contro l’Autorità bancaria europea (Eba) e l’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (Eiopa) per la loro composizione sbilanciata a sfavore dei consumatori europei. Le due associazioni denunciano al Mediatore europeo che solo 4 su 30 membri dell’Eiopa e solo 3 su 30 dell’Eba sono rappresentanti dei consumatori. Secondo i denunciati, i rappresentanti dei consumatori sono stati scelti da "piccole organizzazioni" piuttosto che dalle associazioni stesse dei consumatori che hanno fatto domanda. Secondo loro, questo aumenta lo sbilanciamento degli interessi dei singoli consumatori in confronto a quelli dei grandi e importanti gruppi bancari che si assicurano così il controllo dei due organismi europei. Gli "utenti dei servizi bancari" finiscono così per essere rappresentati da agenzie di rating come Standard & Poor’s o da controllori come PwC. Il fatto stesso di definire questi attori come "utenti" sarebbe, secondo le due associazioni denuncianti, sbagliato e inappropriato.

"È tipico che autorità di controllo avvantaggino così spudoratamente il settore finanziario" ha detto Monique Goyens, Direttore generale della Beuc. "Mentre molti politici europei hanno finalmente capito che i consumatori e gli utenti dei servizi finanziari sono incredibilmente sotto rappresentati nelle agorà politiche, le nuove autorità europee rimangono ancorate alle vecchie abitudini". "Con i mercati finanziari nel panico e molti consumatori nei guai a causa degli inadeguati servizi finanziari, il mondo degli affari utilizza come sempre nel settore finanziario un approccio completamente sbagliato", ha proseguito la Goyens, "È fondamentale che i mercati finanziari siano a servizio della società e che la società sia ascoltata quando si devono prendere le decisioni che contano".

L’Autorità bancaria europea è un organismo dell’Unione europea che dal 1 gennaio 2011 ha il compito di sorvegliare il mercato bancario europeo. A essa partecipano tutte le autorità di vigilanza bancaria dell’Unione europea. L’Autorità sostituisce il Committee of European Banking Supervisors (CEBS) e ha sede a Londra. L’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali è anch’essa un organismo dell’Ue che dal 1 gennaio 2011 ha il compito di sorvegliare il mercato bancario europeo. A essa partecipano tutte le autorità di vigilanza bancaria dell’Unione europea. L’Autorità sostituisce il Committee of European Insurance and Occupational Pensions Supervisors (CEIOPS) e ha sede a Francoforte.

Al Mediatore sono rivolte le denunce relative ai casi di cattiva amministrazione che coinvolgono istituzioni e organismi dell’Unione europea. Possono sporgere denuncia al Mediatore europeo i cittadini di uno Stato membro dell’Ue e le persone residenti in uno Stato membro. Possono anche sporgere denuncia le imprese, le associazioni e altri soggetti purché abbiano sede nell’Unione europea.

di Alessio Pisanò

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori

Comments are closed.