Emergenza rifiuti, al via piano straordinario del Governo

Un programma operativo per risolvere l’emergenza rifiuti in Campania a breve termine ma anche una serie di misure per il "superamento definitivo" del problema. Il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha oggi presentato il piano straordinario deciso al termine dell’incontro di oggi del Governo a cui hanno partecipato il vicepresidente del Consiglio Francesco Rutelli, il ministro dell’Interno Giuliano Amato, il ministro della Difesa Arturo Parisi, il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, il ministro delle Politiche comunitarie, Emma Bonino e i sottosegretari alla Presidenza del Consiglio Enrico Letta ed Enrico Micheli.

A breve termine Prodi ha parlato di "un piano operativo per assicurare lo smaltimento dei rifiuti normali e speciali utilizzando i siti immediatamente disponibili tra quelli individuati dalla legge 87 del 2007 a cui se ne aggiungeranno altri ritenuti dalle autorità competenti utili per fronteggiare l’emergenza. A questo fine ci si avvarrà del concorso delle forze armate per quanto riguarda le situazioni di straordinaria necessità e urgenza. Sarà anche assicurato un contributo, limitato nelle quantità e nel tempo, su base volontaria da parte di altre regioni italiane i cui vertici insieme all’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e all’Upi (Unione province italiane) saranno domani a Roma per definire le modalità operative".

Per quanto riguarda il "superamento definitivo" del problema rifiuti in Campania il Presidente ha indicato gli obiettivi a medio termine: "ridare la responsabilità del ciclo di smaltimento dei rifiuti agli enti locali uscendo dalla logica del commissariamento; un nuovo raccordo a livello istituzionale tra i comuni e la regione Campania; ridare all’Italia una completa autosufficienza in termine di smaltimento evitando il ricorso alle onerose esportazioni dei rifiuti".

La Campania sarà dotata di almeno tre termovalorizzatori: Acerra, Santa Maria la Fossa e Salerno. Prevista anche la dotazione di un numero sufficiente di discariche per consentire la gestione dei rifiuti. Dal punto di vista organizzativo il Governo ha deciso che "per un periodo di soli 120 giorni le funzioni del Commissario straordinario per l’emergenza rifiuti saranno affidate a Gianni De Gennaro" che verrà affiancato dal generale Franco Giannini con il ruolo di Vicario".

"Entro due settimane – ha aggiunto Prodi – il Governo nominerà un commissario liquidatore per porre fine ai 14 anni di fase emergenziale che hanno caratterizzato la gestione dei rifiuti in Campania. A breve si procederà anche al superamento di tutti i consorzi, in particolare delle province di Napoli e Caserta".

Sul fronte della raccolta differenziata il Presidente del Consiglio ha invitato i comuni campani a "elaborare il relativo piano nei prossimi due mesi. La mancata attuazione delle misure determinerà il commissariamento degli inadempienti".

Comments are closed.