FARMACI. Altroconsumo denuncia all’Antitrust pubblicità di Pantoloc Control

Altroconsumo ha denunciato all’Antitrust la pubblicità del farmaco Pantoloc Control contro il bruciore di stomaco. Per l’associazione, si tratta di pubblicità ingannevole perché la promessa "sollievo dal bruciore di stomaco fino a 24 ore con una sola compressa" non può essere rispettata, in quanto "i farmaci di questo tipo non possono dare sollievo immediato".

Spiega l’associazione: "Pantoloc non è altro che pantoprazolo, un principio attivo "inibitore di pompa", utilizzato da anni nel trattamento dell’ulcera duodenale, della gastrite e del reflusso gastroesofageo. La differenza sta in quello che in gergo si chiama "switch", ovvero nel via libera dato dall’Ema (l’Agenzia europea del farmaco) alla casa farmaceutica, che ora può vendere il pantoprazolo anche come farmaco da automedicazione, che si può acquistare liberamente, e non, come avveniva prima, solo dietro prescrizione del medico. Un’ottima opportunità – aggiunge Altroconsumo – per incrementare il giro d’affari e il bacino di possibili utilizzatori: si cambia nome e si modificano leggermente le indicazioni d’uso ed ecco che il pantoprazolo non cura più solo la malattia, ma allevia un sintomo diffuso, quello del bruciore di stomaco, anche in persone che non soffrono né di ulcera né di gastrite, ma di banali bruciori, risolvibili con una dieta adeguata".

Però, argomenta Altroconsumo, il farmaco non è in grado di dare un sollievo immediato perché l’efficacia è percepibile solo dopo aver assunto la compressa almeno per due o tre giorni, informazione riportata solo nel foglietto illustrativo del medicinale. "Per questo – conclude Altroconsumo – abbiamo presentato una denuncia all’Antitrust".

Comments are closed.