FARMACI. Aumentano parafarmacie. Cittadinanzattiva: proseguire nelle liberalizzazioni

Avere più fiducia nei cittadini e proseguire nelle liberalizzazioni: è quanto chiede Cittadinanzattiva in relazione all’odierna presentazione del Rapporto farmaci da automedicazione e alle parole pronunciate dal sottosegretario con delega alla Salute Francesca Martini, che ha parlato di liberalizzazioni a macchia di leopardo nel settore dei farmaci e dunque dagli effetti limitati. In un anno il numero delle parafarmacie è raddoppiato da 923 a 2028 mentre i corner della grande distribuzione sono passati da 138 a 201. È aumentata la fetta di mercato dei nuovi canali distributivi e gli sconti sono maggiori nei corner della grande distribuzione.

"E’ una buona notizia quella che i cittadini non abbiano abbandonato la farmacia, e questo allontana definitivamente lo spauracchio del consumismo farmaceutico che, secondo i detrattori delle liberalizzazioni, sarebbe stato prodotto dalla vendita dei farmaci nella grande distribuzione – ha detto Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva nell’ambito della presentazione a Roma del suo volume "Salute e diritti dei cittadini – Ma usare questo per andar contro le liberalizzazioni ci sembra un controsenso. Piuttosto bisogna procedere su questa strada anche alla luce della diminuzione dei prezzi che non si sarebbe altrimenti mai avuta, soprattutto all’interno delle farmacie, e considerare in modo unitario i temi dell’accesso, della qualità e del costo dei farmaci, intervenendo anche sul canale della distribuzione".

"Non vorremmo – ha aggiunto Petrangolini – che le dichiarazioni rese oggi dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini, in riferimento al Rapporto sull’automedicazione, siano un modo per gettare alle ortiche quanto di buono finora fatto per la liberalizzazione in questo settore. Piuttosto dovremmo avere più fiducia nei cittadini e continuare ad estendere le liberalizzazioni ". Dalle segnalazioni raccolte da Cittadinanzattiva emerge come la liberalizzazione dei farmaci sia avvertita come un processo lento ma ormai visibile sia nei canali distributivi sia nell’abbassamento dei prezzi, mentre una delle questioni più segnalate a Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del Malato riguarda l’accessibilità dei farmaci.

Comments are closed.